Cinque punti in tre partite per la Riozzese, ruolino di marcia importante per una neopromossa in serie B. Per conoscere meglio la realtà della squadra che gioca nel comune di Riozzo, alla porte di Milano, abbiamo intervistato una delle giocatrici di più talento, Daniela Angarano.

Daniela, da che cosa nasce la tua passione per il calcio?
“La mia passione per il calcio nasce 12 anni fa ma devo ammettere che la mia scelta è stata un po’ influenzata da mio fratello perché ha giocato nelle giovani dell’Inter e vedere le sue partite ogni fine settimana mi ha fatta avvicinare a questo mondo. Durante il Natale dei miei 9 anni al posto di un regalo ho chiesto ai miei genitori di poter giocare a calcio. Mio papà inizialmente non l’ha presa benissimo mentre mia mamma, che in passato aveva giocato a calcio, non ha avuto remore nell’accettare la scelta. Ho giocato per 6 anni con i maschi poi sono passata al CSI dove sono stata notata dall’Inter Femminile che mi ha voluto in squadra. Sono rimasta nella Primavera nerazzurra per 4 anni dove mi sono tolta tante soddisfazioni. Poi è arrivata l’occasione alla Riozzese dove ho trovato un ambiente bellissimo”.

Sulla scorsa stagione: “Ho vinto il torneo delle regioni in Calabria ed è stata una grande soddisfazione, è sicuramente un’esperienza che consiglio a tutti. E’ stata davvero una stagione fantastica culminata con la vittoria del campionato regionale con la maglia della Riozzese”.

daniela-angagnaro-riozzeseChe tipo di giocatrice sei?
“Gioco sulla fascia tra centrocampo e attacco, la mia posizione dipende molto dal modulo che sceglie il mister e dalle esigenze della squadra”.

Quali sono gli obiettivi personali e di squadra per questa stagione?
“L’obiettivo come sempre è quello di fare bene, abbiamo iniziato il campionato con due pareggi e una vittoria. L’obiettivo è la salvezza ma ogni partita va giocata al 100%. Il livello della serie B è molto alto, ma non ci vogliamo accontentare. Io gioco sempre per vincere. Dal punto di vista personale mi aspetto di essere protagonista in tante partite. Penso che la Riozzese, dove mi trovo davvero molto bene, possa essere un buon trampolino di lancio”.

Tu hai avuto un passato all’Inter, che emozione è stata giocare in Coppa Italia contro di loro?
“In Coppa Italia abbiamo perso perché loro sono evidentemente di una categoria superiore rispetto a noi. L’emozione nella gara di ritorno, dove sono scesa in campo, era davvero molta. Ero carichissima e si è visto, dall’Inter mi sono arrivati diversi complimenti per la gara disputata”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!