Sara Lucci, capitano della Roma Femminile è la guida della difesa giallorossa che ha subito soltanto 9 gol in 21 partite. Il ruolino di marcia per la squadra capitolina è davvero invidiabile: 63 punti, 21 vittorie su 21 partite, 0 pareggi e ovviamente nessuna sconfitta. Per conquistare la promozione in Serie A però, serve ancora un ultimo sforzo, il big match contro il Pink Bari della prossima domenica. Una gara da brividi, con le baresi che si trovano a -3 punti, e hanno intenzione di giocarsi il tutto per tutto davanti al loro pubblico. Ma come sta la Roma Femminile a pochi giorni da questo match? Lo abbiamo chiesto a Sara in questa intervista.

Fin qui la Roma Femminile ha avuto un ruolino di marcia perfetto, come siete riuscite a mantenere sempre alta la concentrazione?
“Se quest’anno siamo riuscite ad ottenere un risultato così, lo dobbiamo in primis ad uno staff che ci ha seguito e sempre motivato, anche nei periodi più complicati, in cui infortuni e cali potevano farci fare qualche passo falso. Abbiamo poi una tifoseria fantastica, che quest’anno non ci ha mai lasciato sole, anche nelle trasferte più lontane. Ed infine, più che mai, siamo unite e focalizzate su di un unico obiettivo”.

Arrivate al big match col Pink Bari con 3 punti di vantaggio, quanto è importante per voi non dover rincorrere?
“A differenza dello scorso anno, abbiamo imparato dai nostri errori, non prendendo nessuna partita sotto gamba. In questo campionato ogni errore si paga caro. La consapevolezza di avere due risultati su tre domenica è importante, ma affronteremo la gara per vincerla, come tutte le altre”.

In che cosa siete maturate, dal tuo punto di vista, rispetto alla scorsa stagione dove avete perso la Serie A proprio all’ultima giornata contro il Chieti?
“Credo soprattutto dal punto di vista mentale. Siamo consapevoli che dipende solo da noi, lo scorso anno ci ha insegnato tanto. Siamo più pronte rispetto ad allora, siamo cresciute come individualità e gruppo”.

Che gara ti aspetti sarà quella della prossima domenica?
“Mi aspetto una gara combattuta, intensa, emotiva. C’è una stagione intera dietro questa partita e vale tanto, tantissimo. Colgo l’occasione di fare i complimenti alle nostre avversarie, per il percorso che hanno fatto fino ad ora. Mi auguro che la gara sia una bella vetrina per l’intero movimento, come lo è stata Chieti Roma dello scorso anno, che ha visto le tribune gremitissime. Anche se giocheremo fuori casa, avremo con noi i nostri tifosi e speriamo di regalare loro (e regalarci) una promozione per cui si è cominciato a lavorare stagioni fa. Ora siamo pronte. Con la testa e con il cuore”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!