Via Marinella Piolanti, dentro Gianluca Nardozza. Il San Zaccaria, che è arrivato sesto in campionato, lavora già per la prossima stagione e cambia la guida tecnica della squadra affidandosi a mister Nardozza, ex allenatore di Polisportiva 2000 (Cervia), Ribelle, Classe e Real Pinarella, con un’esperienza nel 2010 con gli allievi regionali del Cervia. Nel femminile ha allenato il Castelvecchio tra il 2013 ed il 2015, ottenendo due sesti posti in Serie B. Su questo tema e non solo, abbiamo intervistato il presidente del San Zaccaria, Rinaldo Macori.

Presidente, la notizia del giorno è il cambio alla guida tecnica per la prossima stagione: da cosa deriva questa decisione?
Non è una scelta legata a motivazioni sportive. Abbiamo proposto a mister Marinella Piolanti un nuovo ruolo nel settore giovanile come coordinatrice di tutto il nostro settore giovanile. Abbiamo fatto una valutazione di questo tipo perché crediamo molto nelle nostre giovani e stiamo cercando persone adeguate per farle crescere. Lei è portata per questo tipo di lavoro e noi stiamo cercando persone di quello spessore. Noi siamo felicissimi di lei, stiamo aspettando una sua risposta. Per quanto riguarda mister Nardozza, è un allenatore che conosciamo da due anni e ha una mentalità vincente. Ha già avuto esperienze nel calcio femminile, penso possa fare bene anche al San Zaccaria”.

Per quanto riguarda invece la rosa, cosa serve per fare il salto di qualità?
“Penso che questa sia davvero un’ottima squadra con tanto potenziale. Sono tutte ragazze giovani, dobbiamo sicuramente continuare a lavorare. Dobbiamo fare un passo in più, ma questa spinta potrebbe arrivare dal nostro settore giovanile. Stiamo lavorando tanto anche nelle scuole e nella formazione”.

Quali saranno i vostri obiettivi nella prossima stagione?
“Il primo obiettivo è sicuramente quello di migliorare la posizione di questa stagione, perché penso che questa sia una squadra che ha del potenziale. Voglio lottare per le prime posizioni, non dico per lo scudetto ma l’ambizione è quella di arrivare in alto. Poi tutto dipenderà dal nuovo mister, dalla crescita delle ragazze e da come riusciranno a integrarsi. Per quanto riguarda la Primavera invece, il prossimo anno puntiamo ai gradini più alti”.

Secondo lei qual è stata la vostra partita più bella in questa stagione?
“Ho in mente diverse partite che secondo me sono state positive. Penso alla vittoria contro il Mozzanica 2 a 1, ma anche alla gara contro l’AGSM dove fino a pochi minuti dalla fine eravamo sul risultato di 4 a 4. In queste occasioni, contro queste grandi squadre, ho davvero pensato che siamo una squadra che ha potenziale. Peccato per lo sconfitta 7 a 0 sul Brescia, ma loro avevano il dente avvelenato visto che la scorsa stagione avevano perso lo scudetto a causa nostra…”.

Domenica si è conclusa la “Festa dello Sport”, com’è andata?
La Festa dello Sport è finita ieri (domenica 5 giugno, ndr) e devo dire che siamo rimasti soddisfatti della riposta da parte del pubblico. Sono occasioni che servono per farci conoscere, per quanto riguarda il calcio femminile abbiamo organizzato un quadrangolare tra San Zaccaria, Jesina, Perugia e San Marino dove a trionfare è stato il Perugia. C’è stato anche un torneo a Ravanna a cui hanno partecipato 20 squadre maschili con bambini nati dal 2005 al 2009″.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!