Archivio

Sportdonna interview – Silvia Campisi trequartista del Real Meda: “Sogno la Nazionale”

silvia campisi

Silvia Campisi trequartista del Real Meda parla al microfono di Francesca Gargiulo dopo la partita di Coppa Italia tra Fiammamonza e Real Meda giocata domenica scorsa.

– Ciao Silvia, ieri è stata la tua prima partita con il Real Meda, quali sono state le tue emozioni prima di entrare in campo e durante la partita?

Ciao, prima di entrare in campo ero piuttosto emozionata, ammetto che avevo un po’ d’ansia, ma prima di entrare in campo le compagne e lo staff mi hanno rassicurata ed è sparita l’ansia, lasciando posto alla voglia di fare bene e divertirmi.

– Come ti sei trovata in campo con le tue compagne?

Con le mie compagne mi trovo bene e con alcune di loro quando sono in campo ho la sensazione di trovarmi talmente bene da pensare a volte di aver già giocato con loro, anche se non è così. Con queste ragazze ho una tale complicità che in campo per passarci la palla non abbiamo bisogno di guardarci perché sappiamo già dove ci troviamo, anche se lavoriamo insieme da meno di un mese.

– Sei appena arrivata in questa squadra e ti appresti ad iniziare una nuova avventura in serie B. Questo per te è un grande salto. Quali sono i tuoi obiettivi per questa stagione?

Come prima cosa vorrei ringraziare l’Inter e il Real Meda per avermi dato questa grande possibilità di mettermi in gioco. I miei obiettivi sono di imparare il più possibile da tutte le mie compagne più esperte e crescere sotto tutti gli aspetti.

– Cosa pensi di poter dare a questa squadra nei prossimi mesi?

Non so cosa potrei dare in più a questa squadra, perché a parer mio è composta da elementi molto validi, io posso dire che mi impegnerò al massimo in tutti gli allenamenti e in tutte le partite.

– Qual è il sogno della tua carriera?

Il mio sogno è di diventare professionista nel mondo del calcio in Italia o all’estero, e vestire i colori della Nazionale.