“Amo il calcio femminile perché mi sa regalare grandissime emozioni”. Personalità e gol. Da piccola venne scelta dal suo tecnico come capitano in una squadra mista e composta anche da diversi maschi. Lei è Veronica Benedetti, attaccante del Tavagnacco e dell’Under 17. La sua carta d’identità ci fa sapere che è solo una classe 2000 ma sul panorama del calcio femminile italiano è una delle calciatrici da tenere d’occhio.

Da dove è iniziata la tua storia calcistica?
Ho iniziato al Cjarlins Muzane squadra del mio paese dove inizialmente facevo il portiere. Dall’anno scorso poi gioco al Tavagnacco”.

Quando giocavi coi maschi sei diventata anche capitano, all’epoca come presero la scelta del mister i tuoi compagni?
“Nella squadra c’erano 4 ragazze oltre a me e coi maschi avevo legato molto, perché erano anche miei compagni di classe. Non ci sono stati particolari malumori per questa scelta”.

Che cosa ti aspetti da questa stagione con la maglia del Tavagnacco?
“Speriamo di continuare a fare bene come siamo riuscite a fare nella prima gara. La speranza è ovviamente quella di fare meglio rispetto allo scorso anno”.

Quali sono invece i tuoi obiettivi con la Nazionale?
“Il 19 novembre andrò in Under 17.  La squadra dovrà affrontare Georgia (26 ottobre), Portogallo (28 ottobre) e Finlandia (31 ottobre) per le qualificazioni ai prossimi Europei. Il girone in cui siamo state inserite non è dei più facili, ma possiamo farcela”.

Fin qui qual è stata la partita che ricordi con più piacere?
“Direi l’ultima di campionato contro il Vittorio Veneto nella scorsa stagione. Ho un bel ricordo di quella gara nonostante la sconfitta”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!