Tra ragazzine e ragazzini, tutti col nerazzurro nel cuore e il sogno di diventare calciatrici o calciatori. Li abbiamo conosciuti in occasione della “Giornata internazionale per l’eliminazione della discriminazione razziale”, evento proposto dal progetto “Io Tifo Positivo” lo scorso 23 marzo. I 4 baby talenti giocano per l’FC Internazionale e sono Elena Cimino, attaccante nella categoria Esordienti, Eleonora Castellani, difensore nella categoria Giovanissime, Sarà Girò, centrocampista nella categoria Giovanissime e Lordwin Ernesto jr, attaccante nei Pulcini.

Che lavoro vuoi fare da grande?

Elena Cimino
: “Mi piacerebbe poter continuare la carriera da calciatrice, se per qualche motivo invece dovessi smettere vorrei comunque restare nell’ambito dello sport. Mi affascina l’idea di diventare una fisioterapista”.

Eleonora Castellani: “Voglio fare la calciatrice professionista all’Inter, e sottolineo professionista perché vorrei che anche in Italia riuscissimo ad ottenere questo status”.

Sara Girò: “Da grande voglio fare l’atleta, seguirò le mie passioni e in particolare il calcio. Mi piacerebbe fare la calciatrice”.

Lordwin Ernesto jr: “Ho 11 anni e da grande voglio fare il calciatore”.

A chi ti ispiri quando giochi a calcio?

Elena Cimino: “Il mio idolo assoluto è il capitano dell’Inter, Mauro Icardi. Mi piacciono però anche il carisma e la grinta di capitan Regina Baresi dell’Inter Femminile”.

Eleonora Castellani: “Sono un difensore quindi mi piace molto Sergio Ramos del Real Madrid, oltre ad essere bravissimo in fase difensiva segna anche tante reti decisive di testa. Nella Prima squadra femminile dell’Inter invece penso che Beatrice Merlo sia molto forte, in generale nel calcio femminile adoro Sara Gama del Brescia”.

Sara Girò: “Io gioco in difesa, ma non ho molti modelli nel mio ruolo. Mi piace Mertens del Napoli, così come Donnarumma perché rispecchia quello che vorrei essere io: giovane e forte”.

Lordwin Ernesto jr: “Il mio idolo è Cristiano Ronaldo del Real Madrid”.

Ti capita mai di andare a vedere le gare dell’Inter Femminile oppure dell’FC Inter maschile?

Elena Cimino: “Andiamo spesso a San Siro per vedere Icardi e compagni. Ci capita anche di vedere le partite della Prima squadra femminile”.

Eleonora Castellani: “Sì, in entrambi i casi quando le squadre giocano a Milano”.

Sara Girò: “Sono andata a vedere l’Inter a San Siro, così come, un po’ di tempo fa, ho visto giocare la Prima squadra femminile”.

Lordwin Ernesto jr: “A volte vado a vedere l’Inter allo stadio, mentre le ragazze non le vedo quasi mai”.

Hai mai assistito a momenti di discriminazione verso un compagno o una compagna?

Elena Cimino: “In campo non ho mai assistito a niente di simile per fortuna, qui l’ambiente è ideale e pensiamo solo a giocare”.

Eleonora Castellani: “Sì, mi  è capitato durante le scuole medie. Avevo un compagno disabile ed era emarginato rispetto agli altri. Io cercavo di coinvolgerlo, soprattutto nelle ore di educazione fisica, dove per lui diventava tutto più difficile, lo sport deve essere qualcosa che unisce”.

Sara Girò: “A volte, quando era piccola, e giocavo in una squadra maschile, mi sminuivano perché ero una ragazza. La mia reazione? Mi mettevo a ridere e continuavo a giocare”.

Lordwin Ernesto jr: “Non ho mai provato sulla mia pelle momenti di discriminazione ma mi è capitato di assistervi. Alcuni ragazzi prendevano in giro un bambino di colore e questo ha ferito anche me”.