Svolta epocale in Sudan dove è nata la prima lega di calcio per club femminile, che vede la partecipazione di 21 club. Per la prima assoluta in campo due squadre – Tahadi e Difaa – che si sono affrontate nello stadio di Khartum con la folla di tifosi a esultare e cantare a gran voce: “Il governo civile, il dominio civile“.
Tutto questo sarebbe stato impossibile solo pochi mesi fa, quando l’islamista Omar al-Bashir era ancora al potere. Le proteste contro di lui erano iniziate a fine dicembre nella città di El Gadarif e, dopo che le forze di sicurezza le avevano represse con estrema violenza, si erano allargate ad altre città, arrivando anche a Khartoum. Inizialmente le manifestazioni riguardavano la cancellazione di un sussidio per comprare il pane e il caro vita, ma sono poi diventate proteste contro al Bashir, che era al potere da più di 30 anni ed era accusato di corruzione e violenze.
Alla partita ha partecipato anche il nuovo ministro dello Sport del Sudan, Wala Essam, e alcuni diplomatici sudanesi e stranieri. “Questa è una partita storica non solo per lo sport femminile, ma per il Sudan” il suo commento. Insomma una vera svolta epocale.