Entusiasmo al massimo in casa Viola dopo la splendida vittoria sulla Juventus di ieri sera in Supercoppa Italiana. Grande protagonista è stata Ilaria Mauro, suo il gol vittoria. “Non ho parole, abbiamo lavorato poco per questa partita ma tanto per queste prestazioni. Ho pianto a fine partita, perché una gara del genere con la Juventus è difficile. Era anche una prova per noi. Volevamo riscattarci dall’anno scorso, mancava solo questo trofeo e ce lo aveva chiesto il Presidente. Oggi festeggiamo, da domani penseremo al Chelsea anche se non sarà facile: andiamo là consapevoli che siamo una buonissima squadra e ci metteremo il cuore come sempre“.
Il tecnico Antonio Cincotta non nasconde tutta la sua soddisfazione dopo l’ennesimo trofeo portato a Firenze. “È una vittoria dal sapore speciale. Meritata. Avevo tantissima voglia di vincere questo trofeo. Una garra incredibile. Ho voluto trasmettere questo alle ragazze, pur conoscendo la difficoltà di una finale come questa che andava analizzata nel dettaglio e con attenzione. Già nei primi minuti c’erano delle buone geografie in campo, abbiamo cambiato sistemi di gioco e le ragazze hanno risposto bene. È stata una gara di intensità incredibile, faccio i complimenti alle nostre avversarie che ci hanno messo in difficoltà. Ciò che mi rende più contento delle ragazze è che con un calendario così siano rimaste concentrate. Tra Champions League, trasferta a Milano e Nazionali, per non parlare del Chelsea tra pochi giorni, non era facile oggi dare il 100%”.
Dopo la delusione dell’anno passato questa volta le ragazze viola sono state brave a restare concentrate e unite sin dai primi minuti. “L’anno scorso la abbiamo solo accarezzata, il Brescia meritò di vincerla. Oggi il fattore emotivo era importante ma lo abbiamo gestito, anche per questo ha un sapore diverso. Abbiamo preso il primo trofeo, con questo in Italia abbiamo vinto tutto ma non ci fermiamo, adesso alziamo l’asticella. La Viola ha il merito di aver – per prima – messo a disposizione delle ragazze dei veri professionisti, ed è giusto che questi trofei vadano a chi per prima ha dato molto al calcio femminile”.

http://it.violachannel.tv/fw-dettaglio-pagina-video/items/id-14-10-2018_01-47-12_la-supercoppa-e-viola-highlights-del-matc.html

Delusa ma orgogliosa delle proprie ragazza il coach bianconero Rita Guarino. «Come tutte le partite che si giocano alla pari il primo errore si paga. Non siamo state abbastanza brave a sfruttare le occasioni che abbiamo avuto e c’è mancata la giusta convinzione e dispiace perché è un’occasione mancata, ma abbiamo lottato e creato. Bisogna rimboccarsi le maniche e continueremo a lavorare come abbiamo sempre fatto e con la testa alta perché la ragazze si sono impegnate dando quello che potevano e ho visto comunque una crescita».

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!