Tanti tra i protagonisti del calcio femminile italiano sono accorsi per assistere alla finale di Women’s Champions League tra Wolfsburg e Lione. Le squadre della nostra serie A e serie B, compresi diversi settori giovanili, non si sono lasciate scappare l’evento di Reggio Emilia.

Nazzarena Grilli, mister del Mozzanica ai nostri microfoni ha commentato: “Ero presente allo stadio. Sono stata tanti anni nel calcio femminile sia da calciatrice che ora da allenatrice. Finalmente ho respirato calcio, bisogna dare merità alla città di Reggio che ha organizzato un grande evento con tante emozioni sia dal punto di vista organizzativo, sia dal punto di vista del gioco delle due squadre grazie al livello delle giocatrici in campo. Tutte le calciatrici italiane che hanno visto la partita devono rendersi conto di quanto ancora c’è da lavorare per arrivare a questi livelli”.

Sempre dal Mozzanica, che domani si giocherà la semifinale di Coppa Italia col Brescia, presenti Valentina Giacinti e diverse compagne delle prima squadra. C’era anche la Primavera con capitan Chiara Viscardi, nella foto insieme ad altre componenti della rosa, che poco prima dell’inizio della gara ci ha dato il suo pronostico dicendo Lione. E Lione è stato.

Presente sugli spalti anche il mister campione d’Italia, Milena Bertolini che su Facebook scrive: “Serata incredibile. Tanta emozione e orgoglio nel vedere questo spettacolo per una partita di calcio femminile”.

rosuDa Brescia anche tutto il settore giovanile delle Leonesse, il presidente Giuseppe Cesari e alcune giocatrici della prima squadra tra cui Martina Rosucci: “Oggi da spettatrice – ha scritto su Facebook – magari un giorno…”.

Non poteva mancare nemmeno l’AGSM Verona che ha organizzato un pullman con tutta la squadra per presenziare all’evento più importante del panorama calcistico femminile. Veronesi e bresciane studiano le contromosse per ben figurare il prossimo anno in Women’s Champions League anche con avversari di uwcl5n calibro decisamente importante.

Protagonista in campo quando ha portato in trionfo il trofeo dalle grandi orecchie per una sfilata ad inizio gara, anche Patrizia Panico della Fiorentina, testimonial della Women’s Champions League.

C’erano davvero tutti, o quasi. Presenti anche il San Zaccaria, la Res Roma con mister Melillo, il Pink Bari con mister Cardone e qualche calciatrice tra cui Francesca Soro. Oppure Alice Parisi con le compagne del Tavagnacco e il San Bernardo Luserna col presidente Ippolito.

Anche diversi personaggi della serie B non hanno voluto mancare all’evento. Dalla Sardegna è arrivato Roberto Cau, presidente del Caprera, meno strada l’ha fatta il Como 2000 con mister Antonio Cincotta. E poi tanti altri, come le ragazze dell’Apulia Trani che sono passate a conoscere la nostra redazione prima del match. Capitan Irene Spallucci e compagne sono andate decise: vincerà il Lione.

manieriSugli spalti anche Raffaella Manieri direttamente da Monaco, dove col suo Bayern ha alzato lo scudetto classificandosi prima, sopra al finalista Wolsburg. “Finale di Champions League al Mapei Stadium – ha scritto su Facebook – che emozione”. Anche lei, qualche giorno prima ai nostri microfoni era andata decisa: “Sento che vincerà il Lione”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!