Sconfitto dal Mozzanica con netto 4 a 1, il Tavagnacco per ammissione del suo stesso allenatore ha dimostrato di avere poca voglia e in campo è maturata una gara al di sotto delle aspettative.

“La partita è nata male, per le assenze di due pedine importanti come Paola Brumana e Lana Clelland. All’inizio abbiamo avuto qualche difficoltà – ha spiegato Amedeo Cassia al sito upctavagnacco.comma siamo state brave a reagire subito al loro gol. Poi nel secondo tempo, dopo aver fallito due occasioni per pareggiare, non siamo più state in partite. Il passivo, comunque, è stato troppo pesante. Ce la saremmo potuta giocare fino alla fine invece abbiamo mollato dopo il 25’ della ripresa”.

La centrocampista Alessia Tuttino continua: “Sulla carta sembra sempre di poter essere come le grandi, poi ci troviamo a commentare una partita con 4 gol presi. Loro hanno messo in campo una maggiore voglia e quindi hanno avuto più motivazioni di noi. Peccato perché ci tenevamo a fare bene nell’ultima trasferta della stagione. Quest’anno abbiamo perso troppi punti per strada: dovremmo farci tutte un esame di coscienza, perché se non per il primo posto, potevamo certamente ambire a qualche posizione in più in classifica”.

Rossella Sardu, autrice del gol della bandiera: “Sono contenta per il gol, ma lo sarei stata di più se fosse servito a qualcosa. Il Mozzanica aveva qualcosa in più di noi in termini di voglia e di benzina, e sul campo si è visto. Dispiace perché avremmo potuto centrare il quarto posto in classifica”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!