Patrizia Panico è stata la prima artefice di una rivoluzione degli schemi prestabiliti, questo l’ha spinta sotto i rifletti come mai prima d’ora. Chi la conosce bene è Alessia Tuttino, giocatrice del Tavagnacco, che all’ufficio stampa della società ha spiegato: “Con il suo carattere sono certa riuscirà a fare bene e a trasmettere tutta la sua esperienza ai ragazzi. Sicuramente il passaggio immediato da campo di gioco a panchina non sarà facile. Però con la determinazione che l’ha sempre contraddistinta, Panico saprà raggiungere gli obiettivi che si è prefissa. In cuor mio spero sia la prima di lunga serie di ragazze ex giocatrici a ‘occupare’ panchine così importanti”.

Sulla sconfitta all’esordio contro la Germania spiega: “La sua avventura è cominciata con una sconfitta contro la Germania, ma non credo che questo scalfirà le sue convinzioni. Anzi, sono certa che già nella prossima partita riuscirà a dare qualcosa in più ai ragazzi. Le auguro il meglio per questa sua esperienza alla guida della Nazionale Under16”.

“Purtroppo – ha continuato la centrocampista – lo stereotipo di ‘allenatore maschio’ è difficile da sgretolare. Ci vorrà del tempo per superarlo, ma fortunatamente qualcosa comincia a muoversi. Fa strano che puntualmente, quando c’è una buona notizia per il calcio femminile, c’è qualche ‘fenomeno’ pronto a dire la sua in maniera impropria. In questo caso a parlare è stato un opinionista che lascia il tempo che trova nel mondo del pallone…magari troppo distratto dalla partecipazione a Ballando con le Stelle”.

Infine, per quanto riguarda il suo futuro: “Mi piace allenare, è vero, ma non so ancora se questo potrà essere il mio futuro. La soddisfazione che ti danno le ragazzine quando riesci a trasmettere qualcosa di tuo è senza dubbio un arricchimento. Vedremo cosa succederà”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!