Due atleti nel Villaggio Olimpico di Tokyo sono risultati positivi al Covid: lo hanno reso noto gli organizzatori. Ieri sono stati registrati 15 contagi da Covid a Tokyo tra le persone legate in vari modi ai Giochi, tra cui il primo caso segnalato all’interno del Villaggio Olimpico: i casi odierni sono i primi invece che riguardano gli atleti. In totale sono quindi tre, tutti della stessa squadra.
Il Villaggio olimpico, un sito di 44 ettari costruito sul lungomare di Tokyo, è composto da 21 edifici capaci di ospitare fino a 18mila letti. Al Villaggio soggiornerà la maggior parte degli 11.000 concorrenti. La bolla non esiste più, cresce la paura anche tra gli atleti.

Cresce la paura Covid

ll capo del Cio Thomas Bach ha puntualizzato che le misure anti-Covid “stanno funzionando“, a partire dai test quotidiani agli atleti, che in caso di positività verranno isolati.
Mentre è iniziato il countdown per le Olimpiadi di Tokyo, la cui cerimonia inaugurale è fissata per il 23 luglio, l’allarme Covid-19 in Giappone cresce. Gli esperti di salute pubblica giapponesi prevedono che la curva dei contagi possa salire oltre quota 2.400 pochi giorni dopo il termine dell’Olimpiade, programmato per l’8 agosto.

Le procedure anti COViD

Ai Giochi di Tokyo è atteso un esercito di circa 60mila stranieri tra atleti, arbitri, funzionari, sponsor e giornalisti.
La procedura di entrata in Giappone è molto “severa”.A prescindere dalle vaccinazioni, infatti, è necessario munirsi di un doppio tampone molecolare negativo da effettuarsi in patria entro 96 e 72 ore antecedenti alla partenza per Tokyo. All’aeroporto di arrivo è previsto poi un test salivare e solo in caso di esito positivo si potrà sbarcare in Giappone. Per i primi 14 giorni di permanenza non si potranno avere contatti con la popolazione locale, né usare mezzi pubblici o taxi non gestiti dall’organizzazione, né recarsi in bar o ristoranti. 
Gli atleti saranno sottoposti a test quotidiani, dovranno rispettare il distanziamento sociale e non potranno muoversi al di fuori della “bolla olimpica, Ma la “bolla” si è bucata…