Vari

Triathlon / Europei: Beatrice Mallozzi è medaglia d’oro! I risultati delle italiane

Fonte: Fitri

Ai campionati europei di Weert, in Olanda, Beatrice Mallozzi (G.S. Fiamme Azzurre) domina la gara riservata alle junior disputata su distanza sprint, centrando una preziosa medaglia d’oro in 54:46 davanti all’elvetica Nora Gmur e all’austriaca Magdalena Fruh, staccate rispettivamente di 11 e 20 secondi sul traguardo. L’altra azzurra in gara Costanza Arpinelli (Minerva Roma) chiude in 23^ posizione

.
Dopo il nuoto, Mallozzi accusa 26 secondi dalla testa ossia dall’irlandese Doherty, dalla portoghese Ribeiro e dalla svizzera Weber, mentre Arpinelli paga 42″. Nelle prime concitate fasi del ciclismo, Beatrice è brava a gestire la situazione e riesce senta troppi problemi ad inserirsi nel nutrito plotone di testa composto da ben 37 atlete mentre Costanza rimane attardata, restando con il drappello delle inseguitrici a un minuto abbondate dalla testa. Mallozzi accede in T2 in ottava posizione mentre il ritardo di Arpinelli al secondo cambio sale a 1’40”.
L’azzurra decide di optare per una tattica aggressiva e prende subito il comando della gara dopo pochi metri della terza frazione: da quel momento non lascerà più la testa arrivando sul traguardo di Weert in solitaria al termine di una prova maiuscola che vale una splendente medaglia d’oro continentale.

Per quanto riguarda la gara élite, è Beth Potter la nuova campionessa europea di triathlon olimpico. La britannica chiude in 1:45:44 e conquista il gradino più alto del podio continentale davanti alla francese Sandra Dodet e alla belga Claire Michel che sul traguardo accusano rispettivamente 57″ e 1’10” di distacco dalla vincitrice.
Anna Maria Mazzetti (G.S. Fiamme Oro), l’unica rappresentante italiana al via nella prova élite di Weert, conclude la sua prova al 25° posto.
L’azzurra esce dall’acqua nelle retrovie, dopo 1500 metri in acqua accusa 53″ dalle migliori. Nelle prime fasi della frazione ciclistica, la gara si pezza in due blocchi: davanti ci sono 12 atlete tra cui Michel, Dodet, Eim e Potter, che sono inseguite da 8 atlete mentre Mazzetti si inserisce nel gruppo più numeroso di una quindicina di unità che insegue a 50″. Col passare dei chilometri, l’andamento si definisce ancora più nettamente: in testa le fuggitive diventano 18, ad inseguire si forma un drappello di 23 atlete, che comprende anche l’unica azzurra in gara, staccato di un minuto. Il distacco tra i due gruppi aumenta gradualmente e in corrispondenza della seconda transizione è di 1’50”. Iniziata la terza frazione, Mazzetti prova a risalire qualche posizione, mentre davanti si accende la sfida per le medaglie tra le britanniche Mathias e Potter, le francesi Dodet e Morier, la belga Michel e la tedesca Eim. Alla campana dell’ultimo giro di corsa, dunque a poco più di 3 km dalla finish line, il podio sembra delineato: la britannica Potter è da sola al comando, la francese Dodet insegue a 30 secondi e la belga Michel è terza a 42″.
Nelle ultime fasi, si lotta solo per i piazzamenti mentre le posizioni da medaglia rimangono inalterate: vince Potter su Dodet e Michel, seguono Morier (Fra), Frintova (Cze), autrice di una grande rimonta nella corsa, Hayes (Irl), Vilic (Aut), Mathias (Gbr), Eim (Ger) e Yelistratova (Ukr) con Mazzetti che termina in 25^ posizione.

 

RISULTATI

Domenica 2 giugno
Ore 13.30: Mixed Relay – Junior
Ore 16: Mixed Relay – Elite

LE AZZURRE

ELITE

Individuale
Anna Maria Mazzetti (G.S. Fiamme Oro)

Mixed Relay
Giorgia Priarone (707)

JUNIOR

Individuale
Costanza Arpinelli (Minerva Roma)
Beatrice Mallozzi (G.S. Fiamme Azzurre)

Mixed Relay
Bianca Seregni (Raschiani Triathlon Pavese) *
Angelica Prestia (Pianeta Acqua) *

* a causa di un infortunio, Bianca Seregni non potrà partecipare agli Europei ed è stata sostituita da Angelica Prestia