La campionessa olimpica degli 800 metri Caster Semenya ha firmato per un club femminile sudafricano di calcio e starebbe valutando l’idea di rinunciare all’atletica leggera. Da tempo al centro di una battaglia legale con la Iaaf che le contesta il diritto a competere con le altre donne senza assumere farmaci che abbassino gli eccessivi livelli di testosterone – ha affermato di aver aderito al club femminile JVW FC. La società , con sede a Johannesburg, ha confermato che Semenya si sta allenando con la squadra, ma che potrà  scendere in campo solo nel 2020. Il prossimo anno le Olimpiadi di Tokyo si svolgono tra luglio e agosto, quando in Sudafrica sarà  in corso il campionato di calcio femminile.
Non vedo l’ora di iniziare questo nuovo viaggio, apprezzo l’amore e il supporto che già ricevo dalla squadra” ha spiegato Semenya, reduce da una durissima battaglia legale contro la federazione internazionale di atletica leggera (Iaaf), che da dieci anni prova ad imporre alle atlete Dsd (con differenze dello sviluppo sessuale) massicce dosi di «anti-steroidi» per abbassare quelle che i federali considerano «inique differenze nei confronti delle altre atlete»

 

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!