Dalla mix zone di Reggio Emilia, teatro della finale di Women’s Champions League, tutte le parole dei protagonisti di Wolfsburg e Lione.

Ada Hegerberg, attaccante Lione
Non riesco a trovare le parole, è forse il giorno più bello della mia vita. E’ stata dura subire il gol a due minuti dal termine, mentalmente è difficile da superare. Ho fallito un rigore, ma per fortuna le ragazze hanno svolto un ottimo lavoro. Sono molto orgogliosa della mia squadra e di quello che abbiamo ottenuto in questa stagione”.

Amandine Henry, centrocampista Lione
“E’ stata una serata davvero emozionante. Prima il loro pareggio, poi i supplementari e infine la nostra vittoria ai rigori. Negli ultimi anni ci siamo sempre comportate male ai calci di rigore, ma questa volta le cose sono cambiate ed è una grande sensazione. E’ fantastico [lasciare il Lione per il Portland Thorns con un trionfo] e la nostra stagione si chiude in modo perfetto. Abbiamo conquistato il ‘triplete’ per cui siamo molto felici”.

Alex Popp, attaccante Wolfsburg
“Abbiamo giocato nel modo che volevamo, cercando di non subire gol, ma per dei nostri errori abbiamo concesso loro il vantaggio. Nella ripresa abbiamo cercato di giocare diversamente tentando di mettere pressione al Lione e abbiamo effettuato una grande rimonta. E’ stata una stagione lunga, con partite ogni tre-quattro giorni, per cui alla fine alcune delle nostri giocatrici hanno accusato dei crampi. Ma questo dimostra come abbiamo dato il massimo per vincere questo torneo. Sfortunatamente non è accaduto, abbiamo perso solo ai rigori. Complimenti al Lione, se guardiamo alle occasioni create, probabilmente hanno meritato questa vittoria”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!