Martedì fondamentale per l’Italia Under 17 di Rita Guarino che affronterà la Spagna in una sfida che vale le semifinali dell’Europeo e il pass per il Mondiale di settembre.

Così il tecnico alla vigilia della sfida: “Dobbiamo essere obiettivi – avverte – la Spagna è di un altro livello e lo dimostra il suo palmares (per 3 volte Campione d’Europa e detentrice del titolo, ndr). Il loro gioco si basa molto sul possesso palla, hanno giocatrici che si muovono bene negli spazi e sono ben organizzate in fase difensiva, con la caratteristica inoltre di lavorare bene la palla impostando l’azione già con il portiere”.

Due 0 a 0 con Repubblica Ceca e Germania, buone prestazioni ma manca la rete: “È innegabile che non possiamo competere con loro ad armi pari – sottolinea Guarino – e per questo motivo dovremo mettere in campo la massima concentrazione, non concedendo loro spazi di inserimento e coprendo il più possibile le linee di passaggio. Alle ragazze ho detto di essere convinte delle loro capacità, esattamente come hanno fatto vedere contro la Germania, sfruttando le poche occasioni che ci concederanno e mantenendo sempre un equilibrio tattico di squadra. Solo essendo propositivi nel gioco potremo far male alla Spagna, pensando alla prestazione più che al risultato”.

Beatrice Merlo, la veterana della squadra, medaglia di bronzo con l’Under 17 nel Mondiale di due anni fa in Costarica spiega: “Affronteremo la squadra più forte a livello internazionale insieme alla Germania. Non abbiamo nulla da perdere, per questo motivo scenderemo in campo serene. La Spagna gioca molto palla a terra, sono imprevedibili ma rischiano anche molto perché nel loro Dna hanno la caratteristica di uscire sempre dall’area di rigore con il centrale basso a portar palla. Cercheremo di colpirle approfittando degli spazi che lasceranno”.

Foto: Figc.it

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!