Vari

Universiadi / Che show la cerimonia d’apertura! E Mattarella incontra la piccola Noemi

Una cerimonia d’apertura da lasciare a bocca aperta. Ieri sera allo stadio San Paolo di Napoli è andato in scena un autentico show davanti a più di trentamila spettatori letteralmente rapiti. Le Universiadi 2019 sono ufficialmente partite.
Lo spettacolo targato Marco Balich, chairman di 20 cerimonie olimpiche e dell’evento di apertura dell’Expo di Milano nel 2015, ha visto la partecipazione di ottomila atleti.
La serata si è aperta un gioco di luci e colori impreziosito dal Vesuvio illuminato a led con un’onda del mare, simbolo dell’antica Partenope (impersonata dall’apneista dei record Mariafelicia Carraturo).
Tanti gli omaggi ai grandi di Napoli, da Totò a Pino Daniele, passando Edoardo, Benedetto Croce e per l’intero panorama artistico culturale di Napoli.
Commozione e tanti sorrisi nella saletta di rappresentanza dello stadio San Paolo poco prima dell’avvio della cerimonia d’apertura delle Universiadi: il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, ha infatti incontrato la piccola Noemi, la bambina gravemente ferita il 3 maggio scorso in un agguato di camorra. “Come va?“, ha chiesto il Capo dello Stato alla bambina, emozionata, dopo averla baciata ed abbracciata. “Meglio, fortunatamente”, hanno risposto in coro parenti e amici.
Tra gli ospiti la pluricampionessa paralimpica di scherma Bebe Vio, il rapper Anastasio e i e cantanti Malika Ayane e Andrea Bocelli (standing ovation del San Paolo).
A guidare la delegazione italiana composta da 415 persone di cui 303 atleti che gareggeranno nelle 18 discipline, Ilaria Cusinato, punta di diamante della Nazionale di Nuoto, 20 anni, argento agli Europei di Glasgow nei 200 e 400 misti.
Sono onorata di essere stata scelta come portabandiera, non me l’aspettavo. è stata un’emozione unica – spiega – Faccio un in bocca al lupo a tutti gli atleti che gareggeranno qui all’Universiade di Napoli e speriamo che, come azzurri, faremo bella figura”.
Già detentrice del record italiano nei 200 misti, Cusinato, anche in preparazione dei Mondiali di nuoto previsti a luglio di Gwangju, concorrerà nei 200 e 400 misti e nei 400 farfalla.
Il termometro dell’accoglienza della cerimonia di apertura dei Giochi ha fatto registrare bordate di fischi per Francia e Germania riservando invece un boato per le delegazioni sudamericane di Brasile e Argentina (tante le maglie di Maradona sugli spalti).
Con un calcio del calciatore del Napoli Lorenzo Insigne ad una palla infuocata che ha “acceso” il Vesuvio, simbolo del Calderone delle Universiadi, che resterà acceso fino alla fine dei giochi, sono iniziate ufficialmente le Universiadi le cui gare sono già iniziate nella giornata di martedì-
Come detto si sfideranno ottomila atleti provenienti da tutto il mondo e praticanti 18 discipline: atletica, calcio, ginnastica artistica, ginnastica ritmica, judo, nuoto, pallacanestro, Pallavolo, pallanuoto, rugby a sette, scherma, taekwondo, tennis tavolo, tennis, tiro a segno e tiro a volo, tiro con l’arco, tuffi e vela.