“E’ stato creato un precedente. Tre anni fa il Tavagnacco si è trovato nella stessa situazione del Brescia di oggi: trasferta in Danimarca infrasettimanale e spostamento della partita di Campionato (trasferta a Como) la domenica. Quindi dove sta l’uniformità di giudizio visto che il Brescia avrebbe addirittura dovuto giocare in casa? La Federazione come può fare finta di nulla?”. Queste le parole di mister Amedeo Cassia, riportate dal sito del club, dopo lo spostamento della gara del Tavagnacco contro il Brescia.

“Non la considero una decisione corretta quella presa dalla Federazione – continua Cassia –. Anche perché il 30 giocheremo a Brescia e il sabato successivo, 3 dicembre, saremo in trasferta a Roma (con la necessità di partire già il venerdì). Credo che questo modo di fare agevoli le grandi squadre e non tuteli le più piccole, non consentendogli di giocare ad armi pari. Il Campionato in qualche modo viene falsato“.

Per il Tavagnacco, si legge nella nota del club, giocare il mercoledì pomeriggio alle 14.30, come bisognerà fare per recuperare la gara contro il Brescia, rappresenta un problema visto che molte componenti della rosa hanno impegni lavorativi.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!