A poco più di un anno dal terribile infortunio al ginocchio patito a Wimbledon la scorsa stagione,  Bethanie Mattek-Sands è tornata a giocare e trionfare nel doppio misto a Wimbledon.

L’avevamo lasciata stesa sul campo londinese, poi tramite i suoi account social aveva raccontato il suo percorso di riabilitazione post intervento a tutti i suoi followers e adesso è tornata a gioire. Il doppio è sempre stata la sua specialità e in coppia con il britannico Jamie Murray – alla prima volta insieme – tutto funziona perfettamente.

La finale è loro ma prima di sollevare il traguardo hanno dovuto faticare parecchio. 2-6, 6-3, 11-9 dopo un super tie break il punteggio finale. Punto vincente di Murray che festeggia intonando – con la collaborazione di tutto lo stadio – “Happy Birthday” dedicato alla mamma seduta sugli spalti.

L’anno scorso ero con le stampelle e sembrava tutto più distante anche se non ho mai smesso di pensare che ce l’avrei fatta ad esser qui oggi. Prima volta con lui, l’intesa è stata buona considerato che era la prima volta che giocavamo insieme. È un socio fantastico e l’anno prossimo saremo qui per difendere il nostro titolo” le parole a fine match della statunitense a cui fa eco il britannico “Arriva il momento in cui senti la pressione e, a parte l’ultimo punto, non ho mai messo la prima nel tie break, ma abbiamo trovato la strada per farcela“.

Per la Mattek-Sands è il primo trionfo nel torneo di casa dopo che aveva perso la finale nel 2015 mentre Murray si conferma campione bissando il successo dello scorso anno.