Sta per iniziare l’avventura della Nazionale Under 19 Femminile nel Campionato Europeo di categoria: impegnate da ieri al ‘Mancini Park Hotel’ di Roma nella seconda fase del raduno di preparazione dopo il lavoro atletico svolto dal 17 al 27 luglio a Formia, le 19 Azzurrine convocate dal tecnico Enrico Sbardella hanno posato questa mattina per la foto ufficiale per poi scendere in campo per la prima delle due sedute di allenamento odierne. Venerdì partiranno alla volta dell’Irlanda del Nord e martedì 8 agosto a Lurgan faranno il loro esordio con l’Inghilterra, primo ostacolo di un percorso tortuoso che vedrà la Nazionale opposta venerdì 11 a Belfast alle campionesse in carica della Francia e lunedì 14 agosto a Portadown all’Olanda.

“E’ un girone molto equilibrato – ribadisce Sbardella – ed è stato un bene aver evitato Germania e Spagna che, risultati alla mano, sono le principali favorite per la vittoria. Francia e Olanda sono due nazionali forti ma alla nostra portata, l’Inghilterra ha qualcosa in più dal punto di vista fisico e dovremo cercare di colmare questo piccolo gap facendo meglio sul piano tecnico-tattico”.

Le prime due classificate di ciascun girone accederanno alla semifinale e le prime quattro classificate all’Europeo si qualificheranno anche per il Mondiale di categoria in programma l’anno prossimo in Francia: “Il nostro obiettivo è arrivare tra le prime quattro – avverte il tecnico azzurro – sarà dura ma cercheremo di ripetere quanto fatto nel 2013 con l’Under 17 (l’Italia chiuse al 3° posto l’Europeo e poi conquistò la medaglia di bronzo al Mondiale in Costa Rica, ndr) sapendo che ci aspettano tre finali”.

L’Italia, che nel 2008 si è laureata per la prima e unica volta Campione d’Europa, ha raggiunto la Fase Finale classificandosi al primo posto del Gruppo 5 grazie al successo (2-1) in extremis nell’ultimo match del girone con la Norvegia, con il rigore decisivo trasformato a tempo scaduto da Marta Mascarello. “Prima della gara con le norvegesi – ricorda la capo delegazione Fiona May – avevo visto le ragazze un po’ rassegnate. Le ho spronate dicendo che nello sport bisogna sempre crederci sino alla fine e adesso siamo qui, pronte a cimentarci in un torneo importante come l’Europeo. Il gruppo è molto affiatato, ci teniamo a fare bella figura e le ragazze sanno che possono sempre contare su di me”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!