Vittoria Bussi è nella storia: con 48,007 km percorsi nella notte italiana di giovedì 13 settembre, è suo il nuovo record mondiale dell’ora femminile, fino ad ora detenuto dalla statunitense Evelyn Stevens.

Prima di lei, sono un’altra italiana aveva avuto il privilegio di detenere il record dell’ora, la pluridecorata Maria Cressari, la Merckx in gonnella che tra il 1972 ed il 1978 aveva detenuto il record con 41,471 km percorsi. Già nella giornata di mercoledì 12 settembre Vittoria Bussi aveva provato l’assalto al record, ma a causa di un problema fisico aveva messo fine al tentativo dopo tre quarti d’ora. Il 6 ottobre 2017 si era invece fermata a soli 404 metri dal record. La prova della Bussi è degna di nota anche perché molto vicina alla miglior prestazione femminile di sempre, quella stabilita da Jeannie Longo nel 1996 con 48,159 km ma non riconosciuta dalla UCI per via delle particolari biciclette che venivano utilizzate all’epoca.

Dopo l’intoppo di mercoledì, il giorno successivo è stato quello dove Vittoria Bussi ha realizzato la prestazione storica che le ha permesso di superare il precedente record. Già vicina alla sua tabella di marcia nelle prime fasi, l’italiana è cresciuta nel suo rendimento per poi calare leggermente ngli ultimi 10 minuti, rendendo ancor più appassionante il finale che le ha permesso in ogni caso di scrivere il suo nome nell’albo d’oro.

Nata a Roma ma cresciuta in Piemonte, Vittoria Bussi è laureata in matematica, campo di studio nel quale ha conseguito anche un master e ha svolto un dottorato di ricerca a Oxford. E chissà che gli studi non l’abbiano aiutata nella conquista del record. La Bussi ha scelto infatti il velodromo di Aguascalientes, a più di 1800 metri di altezza sul livello del mare, così da poter correre nelle stesse condizioni o quasi di Evelyn Stevens, che aveva stabilito il record in quel di Colorado Springs. Uniche vere differenze la lunghezza e la superficie delle rispettive piste: 250 metri in legno quella dove ha corso Vittoria Bussi, 333,3 metri in cemento quella in cui ha stabilito la prestazione la Stevens.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!