Giulia Da Re, capitano del Vittorio Veneto, prende per mano le compagnie in un momento complicato che vede la squadra penultima in classifica a due giornate della fine. Eppure in chiave salvezza niente è perduto, servirà però una svolta a partire dalla prossima gara contro il Riviera di Romagna in casa.

Su vittoriovenetocalciofemminileitaliano.it, Da Re spiega: È un momento decisivo per la nostra squadra, a questo punto non possiamo più sbagliare! La salvezza è ancora possibile, abbiamo il dovere di giocarcela fino alla fine, per noi stesse in primis. Ci batteremo, perché noi non siamo quelle di sabato scorso!”.

In vista dalla prossima sfida: “Stiamo facendo quello che sappiamo fare meglio, allenandoci duramente e preparando attentamente le ultime due partite. La sconfitta di Roma ci ha buttato giù, ma è servita a darci la rabbia e voglia di rivincita necessaria. Dobbiamo scendere in campo con la giusta aggressività e carica agonistica, mantenendo però la giusta concentrazione per non incappare in errori”.

Infine una battuta sulla gara contro la Res Roma di sabato scorso: “Si è rilevato un campo difficile, sia per la tipologia del terreno di gioco sia per la squadra affrontata. Abbiamo sbagliato l’atteggiamento in campo, siamo entrate contratte e poco aggressive e durante i 90 minuti di gioco non siamo riuscite a creare gioco”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!