Alla fine c’è sempre chi festeggia e chi versa qualche lacrima. Nel post partita della finale di Women’s Champions League in conferenza stampa arrivano mister Precheru, mister Kellermann e la giocatrice eletta come migliore in campo.

TUTTE LE PAROLE DELLE CONFERENZE STAMPA 

L’allenatore del Lione Gérard Prêcheur: “E’ stata un’ottima partita grazie a due ottime squadre, voglio complimentarmi con il Wolfsburg per questo. Il gol del pareggio è arrivato perché non è stata seguita una mia istruzione del pre-partita, ma in generale la mia squadra ha giocato in modo tatticamente perfetto in difesa e in attacco. Stavamo controllando la gara e i loro attaccanti. Abbiamo preparato molto bene la gara nel reparto difensivo e il Wolfsburg ha avuto poche occasioni ma all”88′ sono riusciti comunque ad andare a segno. Avremmo potuto vincere senza soffrire così tanto se avessimo segnato il gol del raddoppio, ma siamo felici ugualmente”.

E ancora: “Sono tornato ad allenare due anni fa, so quanto sia impegnativo, e a livello professionale sono molto felice. Domattina l’uomo Gérard Prêcheur potrà dire all’allenatore Gérard Prêcheur: “Sono orgoglioso di quanto hai fatto ieri sera e nei due anni precedenti con il Lione”.

kellerman-wolfsburgRalf Kellermann, allenatore Wolfsburg: “Per prima cosa voglio congratularmi con il Lione per il successo nella competizione. E’ stata davvero dura perdere una gara così, ai rigori, ma possiamo essere tutti orgogliosi. Siamo riusciti a tenere aperta la partita fino alla fine con la nostra grande mentalità, abbiamo dato tutto in campo. Siamo orgogliosi di ciò, ma fa terribilmente male in questo momento”.

“Ci siamo comportati bene in difesa, – ha proseguito – è vero che il Lione ha avuto qualche occasione ma è normale. Abbiamo subito un solo gol, tra l’altro evitabile visto che è nato dopo una nostra palla persa. Dopo il nostro pareggio abbiamo avuto la sensazione di poter vincere, ma è stata una gara dura e i calci di rigore sono una lotteria. Siamo molto amareggiati, perché siamo anche andati in vantaggio per un attimo ai rigori”.

Infine spazio alle parole della migliore in campo, la giocatrice del Lione Saki Kumagai: “Calcio sempre i rigore in questa maniera (con una lunga rincorsa, ndr) voglio vedere cosa fa il portiere in questa situazione. Certamente siamo dispiaciute che Amandine Henry, Lotta Schelin e Louisa Necib lasceranno il club, ma prima della gara abbiamo giurato che avremmo dovuto vincere, per noi ma soprattutto per loro. Siamo riuscite a controllare queste emozioni e rimanere concentrate dal primo all’ultimo minuto, per cui ora siamo molto felici”.

“E’ stata dura, – ha spiegato – specialmente dopo il pareggio del Wolfsburg a due minuti dal termine dei tempi regolamentari. Abbiamo provato a raddoppiare, abbiamo avuto delle occasioni ma non le abbiamo sfruttate, per cui poi rischi di subire il gol del pareggio. Forse abbiamo commesso degli errori nel finale, e il Wolfsburg ne ha approfittato per segnare. E’ stata la partita che ci aspettavamo, difficile, ma alla fine abbiamo vinto”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!