La World Triathlon Cup di Arzachena si tinge d’azzurro. Verena Steinhauser (Fiamme Oro), già sul podio lo scorso anno, conquista un prezioso terzo posto nella durissima gara della Costa Smeralda che assegna punti per la qualificazione olimpica alle spalle della tedesca Marlene Gomez-Islinger e dell’elvetica Julie Derron. 
Carlotta Missaglia (Valdigne Triathlon), centra un’ottima nona posizione, suo miglior risultato in Coppa del Mondo, 17a Luisa Iogna-Prat (DDS-7MP).

“Grande soddisfazione per questo terzo posto – commenta Verena Steinhauser dopo il podio dell’anno scorso, eccomi di nuovo qui. Mi sono difesa abbastanza bene nel nuoto, poi è uscita una gara davvero impegnativa, le mie avversarie sono state davvero brave, hanno spinto tantissimo sull’impegnativo tracciato ciclistico e, a tratti, avevamo anche il vento contro. Sono davvero sfinita, ma stracontenta della prova di oggi: faceva caldo, sono solo alla seconda gara di questa stagione dopo il debutto a Yokohama, ma con un risultato così nella gara di casa, il sorriso si vede anche sotto la mascherina. Questa medaglia offre una bella carica di energia, senza dubbio alimenta il sogno olimpico: la strada intrapresa è quella buona, ora bisogna continuare a scalare”.

La gioia di Riccardo Giubilei

“Oggi è nuovamente una giornata di gioia per la nostra Federazione: grande prova di Verena Steinhauser, grande prova di squadra – commenta il presidente della Federazione Italiana Triathlon Riccardo Giubilei – Le ragazze sono andate forte e Verena si è confermata ai vertici del panorama internazionale conquistando un podio che ci fa ben sperare e rispecchia il senso di squadra che stiamo vivendo in questi giorni. Oggi è stata una gara davvero dura, si percepiva dai volti delle ragazze al traguardo – aggiunge Giubilei – è per questo che devo fare un complimento particolare anche alla giovane Carlotta Missaglia, nona al traguardo, a Luisa Iogna-Prat, e all’area tecnica che sta facendo un ottimo lavoro”.

RISULTATI