Festa, gavettoni e la Women’s Champions League. L’AGSM Verona e mister Longega, dopo la vittoria contro la Fiorentina, hanno festeggiato: “Prenderei volentieri gavettoni tutte le settimane se il risultato fosse sempre come quello conseguito oggi. Le ragazze sono state eccezionali, sono orgoglioso di loro perché hanno disputato veramente una grandissima partita. I complimenti vanno a tutte loro”.

Con l’ultima gara di campionato, Longega ha toccato quota 250 panchine col Verona: “Non lo sapevo, – spiega a veronacalciofemminile.com – sono tante e spero magari di poterne fare altrettante ottenendo ancora qualche successo importante”.

E ancora sulla Women’s Champions League: “Ci saremo anche l’anno prossimo. Era un traguardo che ci eravamo posti, ma è chiaro che con tutte le problematiche che abbiamo avuto in questa stagione, e la concorrenza sempre più agguerrita, questo non era un traguardo scontato, tutt’altro. Abbiamo concluso in modo strepitoso un grande campionato se consideriamo l’incredibile serie di infortuni che abbiamo subito. Ripeto, nei momenti di maggiore difficoltà le ragazze sono state eccezionali, partendo dalle più giovani e da quelle chiamate in prima squadra per sopperire alle assenze”.

Così invece Valeria Pirone, autrice di un gol fondamentale per la vittoria di domenica: “Se potessi scegliere di gol vorrei farne pochi ma veramente importanti! Oggi abbiamo dimostrato di meritarci la Champions, perché abbiamo trascorso quasi tutta la stagione con mille problemi di organico, credo che non siamo riuscite una sola volta ad andare in campo con tutte le giocatrici titolari a disposizione e proprio per questo è una vittoria ancora più importante”.

“Voglio ringraziare le mie compagne di squadra – spiega – perché abbiamo tenuto duro fino alla fine, non abbiamo mai mollato come gruppo. Questa è una conquista di tutto il gruppo, ce ne siamo anche dette eh.. in un gruppo ci sta anche di mandarsi a quel paese, ma questi sono confronti di spogliatoio che fortificano il gruppo. Voglio ringraziare ancora tutte le ragazze, dalla più giovane alla più esperta, per questo risultato”.

Foto: Damiano Buffo

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!