Fortitudo Mozzecane e AGSM Verona si affrontano nella gara di ritorno del primo turno di Coppa Italia. Si parte dal due a uno maturato all’andata in favore delle scaligere di mister Longega che può schierare in campo l’irlandese Peare nel giorno del suo venticinquesimo compleanno, mentre le altre straniere devono ancora seguire il match dagli spalti in attesa dei transfer internazionali. La prima opportunità è nei piedi di Carolina Poli che penetra in area e da posizione defilata calcia a lato.

Ci prova dalla lunga distanza Angelica Soffia che chiama Venturini all’intervento in due tempi sull’accorrere di Kongouli. Risponde la Fortitudo con Martani che calcia sull’esterno della rete, e con il calcio di punizione di Peretti con sfera alta sopra la traversa. Giubilato penetra dalla sinistra ma la sua conclusione termina nuovamente a lato. Sul capovolgimento di fronte Forcinella interviene di piede. Occasionissima per il Verona al 34′: Giubilato si accentra e serve Kongouli che impegna severamente Venturini. Le squadre rientrano negli spogliatoi per l’intervallo a reti inviolate.

La ripresa si apre con una ghiotta opportunità per la Fortitudo con Peretti che si fa respingere in mischia la conclusione da posizione molto favorevole. L’Agsm Verona si fa vedere all’ottavo con la ripartenza di Soffia fermata fallosamente. La stessa numero quattro scaligera si incarica della battuta. Palla lunga per Poli che rimette in mezzo dove Caterina Ambrosi incorna alla perfezione il pallone del vantaggio per l’Agsm Verona. Al 25′ la greca Kongouli si mangia il pallone del possibile due a zero calciando malamente davanti a Venturini.
Al 37′ l’ex Gelmetti potrebbe riaccendere le speranze di qualificazione per il Mozzecane ma la sua conclusione da dentro l’area si infrange sulla base del palo. Verona non rischia più e dopo cinque minuti di recupero il triplice fischio del direttore di gara sancisce la vittoria e la qualificazione dell’Agsm Verona che nel secondo turno affronterà il Fimauto Valpolicella.
Ora le attenzioni si rivolgono al massimo campionato che prenderà il via sabato 30 settembre. Tre settimane a disposizione del team scaligero per completare la squadra con l’arrivo delle straniere e affinare i meccanismi apparsi ancora poco fluidi.

Queste le dichiarazioni di mister Longega a fine gara: “E’ arrivata la vittoria, è arrivato il passaggio del turno, ma certamente non è arrivata una grande prestazione, anzi tutt’altro. Oggi abbiamo fatto un passo indietro, abbiamo commesso molti errori, sia in fase di impostazione del gioco che in fase difensiva. L’importante in questo momento era passare il turno e lo abbiamo fatto. I transfer delle straniere sono ormai in arrivo, per cui speriamo di poterci presentare al completo per l’inizio del campionato con tutte le atlete che la società ci sta mettendo a disposizione. Se così sarà potremo disputare un campionato di buona classifica”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!