Con un pò di fortuna la nostra Nazionale Italiana di Calcio Femminile supera di misura una Romania molto fisica e aggressiva, assicurandosi così 3 punti importanti per la qualificazione ai prossimi Mondiali.

La Partita in sintesi:
Le Azzurre cercano fin da subito di imprimere il proprio ritmo all’incontro. Romania che, come da previsione, attende. Primi 30 minuti è l’Italia a fare la partita con la Romania disposta con un 4-5-1 che lascia pochi spazzi alle nostre ragazze, ne risente la manovra della Nazionale che fatica ad arrivare al tiro. Match molto spezzettato con le rumene rinunciatarie e che spesso ricorrono al fallo, da segnalare al 10′ un colpo di testa di Gama che non trova lo specchio della porta e al 19′ un destro di Girelli che non crea problemi all’estremo difensore rumeno. Il primo tempo finisce a reti inviolate

A inizio ripresa un destro dalla sinistra di Bonansea costringe alla deviazione in angolo il portiere della Romania, al 55′ ci riprova Girelli e al 61′ ci prova Bergamaschi ma il portiere fa buona guardia. A metà secondo tempo la Romania prova a prendere un po’ di campo mentre le Azzurre sembrano un po’ stanche. Il Ct Milena Bertolini opera dei cambi, Giacinti per Sabatino e Carissimi per Galli. Al 77′ la svolta azione di Bonansea dalla sinistra, palla in mezzo e deviazione fortuita di Corduneanu, Italia in vantaggio.

Assalto finale della Romania che cerca la rete del pareggio, ma è l’Italia che al 90′ colpisce un palo con Giacinti mentre al 92′ Corduneanu completa la sua prestazione da dimenticare commettendo fallo su Giaciniti e venendo ammonita per la seconda volta, espulsione per la rumena dopo l’autogol che sta decidendo l’incontro.

Dopo 5 minuti di recupero l’arbitro fischia la fine della partita, partita decisamente complessa per l’Italia ma successo comunque meritato visto che le azzurre hanno cercato con più insistenza la via della rete. Con questo risultato la squadra di Milena Bertolini è a punteggio pieno nel gruppo 6 dopo due partite. Ritroveremo la Nazionale il 24 ottobre a Castel di Sangro dove la nostra selezione sfiderà ancora una volta le rumene.