Alessia Zecchini è davvero inarrestabile. Nella seconda e ultima giornata di gara del “Molchanova Grand Prix” a  Ibiza, in Spagna, l’atleta, con la profondità di – 100,00 metri, si è imposta anche nella competizione di assetto costante con monopinna, dopo il successo conseguito il giro o precedente in quella di assetto costante senza attrezzi.
Con due primi posti in altrettante gare disputate, la pluricampionessa romana si è aggiudicata anche la vittoria di questa prima edizione del “Molchanova Grand Prix”: l’evento realizzato in memoria della pluricampionessa russa di apnea, Natalia Molchanova, scomparsa durante un’immersione, proprio a Ibiza, nell’agosto del 2015.
Tra l’altro, è stato proprio in onore di Natalia Molchanova se Alessia Zecchini ha realizzato – 100,00 metri, dal momento che la prima ad abbattere tale muro era stata proprio la fortissima atleta russa.
Da segnalare che, della specialità dell’assetto costante con monopinna, la Zecchini detiene sia il Record Mondiale AIDA, realizzato a Long Island, il 26 Luglio u.s., in occasione del Vertical Blue, con la profondità di – 107,00 metri, che quello CMAS, conseguito a Milazzo (ME), il 2 Settembre u.s., durante la gara di apnea outdoor denominata “6^ DugonCup”, con la profondità di – 101,00 metri con un unico respiro in 3 minuti e 15 secondi.

La ragazza romana, che a soli undici anni riuscì a nuotare per ben 25 metri sott’acqua è davvero l’apneista piùforte del mondo.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!