Aryna Sabalenka, la ventenne tennista di Minsk, ha sorpreso tutti e, in questa stagione ha confermato quanto di buono fatto nel 2017 quando raggiunse la sua prima finale del circuito a Tianjin. Parte del merito però è anche del suo coach, Dmitry Tursunov. 

È indescrivibile il suo apporto. La sua esperienza mi ha fatto crescere tantissimo e anche solo con qualche parola è in grado di aiutarmi a cambiare l’inerzia del gioco” le parole della bielorussa. Ma al sito della WTA – Women Tennis Association – nella “rubrica” WTA Insider ha parlato anche il suo allenatore.

Solo a San José le cose sono andate un po’ diversamente da quella che era l’aspettativa. Un peccato perché aveva lavorato molto anche sul cambio di superficie da terra ad erba. Ci sono però pochissime ragazze come lei, ha un talento che è davvero unico” le sue parole sulla Sabalenka.

Ma il complimento più bello arriva poco dopo: “Aryna cerca sempre di migliorare, di andare oltre il suo limite e credo che potrà essere quella giocatrice in grado di cambiare il modo di giocare un po’ come hanno fatto Serena Williams e Monica Sales o anche Stefi Graf”.

Poi Tursunov parla anche del suo ruolo di allenatore: “Con lei posso parlare senza problemi, certo sto attento a non essere offensivo o irrispettoso perché credo sia una cosa poco produttiva. È un aspetto su cui sto molto attento. Poi ovviante bisogna rendere l’allenamento stimolante e divertente affinché anche lei abbia voglia di continuare“.

Sugli obiettivi futuri della Sabalenka nessun dubbio: “So che vuole migliorare per arrivare a vincere un torneo del Grande Slam. È una che non si accontenta“.



					

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!