Atletica

Atletica / Luminosa Bogliolo da urlo. Chigbolu vola sui 400!

luminosa bogliolo
Foto: Colombo/FIDAL

Decisamente fruttuosa la “spedizione azzurra” nella cittadina svizzera di La Chaux de Fonds, in occasione del Meeting internazionale Resisport. Ancora una volta fa infiammare i cuori Luminosa Bogliolo, che si candida davvero come atleta azzurra ( e non solo ) dell’estate.
In batteria “Lumi” vince in 12”78 i 100 ostacoli, altro record personale nonché seconda prestazione italiana di tutti i tempi e seconda europea dell’anno. La ragazza di Alassio allenata dal team Ezio Madonia-Antonio Dotti vince la prova di qualificazione della mattina con 12”78, ulteriore record personale a neanche due settimane dal minimo per i Mondiali di Doha ottenuto a Nancy (12”89). L’azione è potente: già al secondo ostacolo “Lumi” sembra volare con vantaggio netto rispetto alle altre.
Nel primo pomeriggio Bogliolo parte in quarta corsia per la finale. Questa volta “Lumi” è affiancata fino alle ultime barriere dalla giamaicana Anderson e dalla finnica Oziri. E proprio a pochi metri dal traguardo vengono fuori la forza e la grinta dell’ex cussina, che si butta sul traguardo e sarà prima al fotofinish.
Alle sue spalle, in batteria, ampiamente staccate avversarie di valore come la finlandese Nooralotta Neziri e la belga Anne Zagré, entrambe a 12.96. Nella finale l’azzurra prevale invece di un centesimo sulla giamaicana Britany Anderson (12.77).
Un tuffo al cuore a leggere il risultato: 12”76, record italiano (Veronica Borsi, 2013) uguagliato! Ma l’anemometro ricaccia indietro l’urlo di gioia: vento oltre la norma (1.3). Il record non potrà essere omologato, ma arriverà al più presto, pensiamo.
Intanto Bogliolo, con 12”78, è la seconda europea dell’anno. Anche Maria Benedetta Chigbolu vola sui 400 m: con 51”69 è seconda  e ottiene il minimo di ammissione dei Mondiali di Doha. Si trattava di 51”80. La pista svizzera porta bene alla velocista, che proprio qui, quattro anni fa, aveva siglato il personale.E se diamo uno sguardo complessivo, c’è da essere felici: Davide Re con 47”77 realizza il nuovo record italiano sui 400 m.

 

Informazioni sull'autore

Danilo Mazzone

Danilo Mazzone

In gioventù campione ligure 5000 m e maratona. Giornalista pubblicista (specializzazione sportiva: atletica e podismo) collaboratore dei quotidiani "Il Secolo XIX", "Gazzetta dello Sport", "Corriere Mercantile", "Repubblica". Collaboratore del mensile nazionale "Correre" e della rivista "Atletica Leggera". Blogger del sito Corriliguria. Addetto stampa della Fidal (Federazione di Atletica Leggera) ligure. Addetto stampa della Mezza Maratona Internazionale delle Due Perle (Santa Margherita Ligure). Per sette anni docente a contratto di Storia dello sport presso la Facoltà di Scienze Motorie dell'Università di Genova. Autore del libro "Manuale di Storia dello Sport", Dynamicon Edizioni, Milano, 2016. Istruttore di atletica leggera e personal trainer

Commenta

Clicca qui per commentare