L’Italia entra nella finale della 4×400 delle World Relays di Yokohama (Giappone). Ebbene sì, oggi le azzurre della staffetta del miglio si sono superate, concludendo al secondo posto in batteria, superate solo dagli Stati Uniti . E pensare che, fino all’ultimo cambio, l’Italia era in testa! Le azzurre del “dopo Grenot”, dimostrano quasi la compattezza e l’incisività che le avevano portate al primo posto nei Giochi del Mediterraneo chiudendo in 3’29”08. Maria Benedicta Chigbolu inizia alla grande la gara con una frazione degna di una finale olimpica, e consegna il testimone a Ayomide Folorunso. “Ayo”, che ci ha sempre abituati  bene, addirittura si porta in testa con una frazione sul filo dei 50”.
Gli Usa, sfruttando tutto il loro potenziale micidiale, recuperano, anche se la giovanissima Elisabetta Vandi si batte con tanta grinta. Elisabetta Bazzoni, come già dimostrato negli Euroindoor, difende la posizione dai tentativi di due “corazzate” come Francia e Germania, che possono solo ambire ai terzi posti.
E così vincono gli States (3’25”72) e l’Italia è argento in batteria con 3’29”08. Le francesi, motivate dall’eterna rivalità d’Oltralpe, recuperano ma sono terze in 3’29”89. Dietro di loro, Olanda (3’30”07) e Germania (3’30”32). In questo modo, con una distribuzione senza sbavature delle frazioni, l’Italia accede direttamente alla finale di domani (ore 12).