Azzurre per un giorno. Quaranta bambine delle scuole calcio di As Roma, Res Roma e Cf Roma hanno coronato il loro piccolo, grande sogno: far parte della Nazionale under 19 del ct Enrico Sbardella, in raduno sui campi del Mancini Park Hotel in vista della trasferta di Skopje, dove affronteranno Galles, Macedonia e l’Irlanda per la prima fase delle qualificazioni agli Europei di categoria. Le future calciatrici, con indosso un kit griffato Puma comprensivo di maglia azzurra, cappellino, mini ball e zainetto, hanno assistito all’allenamento dell’under 19 a bordo campo, nonostante il cielo plumbeo e la giornata decisamente autunnale. Purtroppo la pioggia ha annullato parte del programma, che prevedeva anche l’invito in campo delle giovanissime per una partitella e qualche calcio di rigore. Bambine dunque al coperto per un aperitivo con annesso selfie ed autografi. Il momento top della giornata, il pranzo assieme alle azzurrine dell’under 19, senza avere accanto accompagnatori o dirigenti. E l’incontro in sala con ct e ragazze, con scambio di impressioni e battute. A sancire un giovedì indimenticabile, l’abbraccio collettivo nel segno dei valori della lealtà sportiva e dell’anti-razzismo, e l’Inno di Mameli cantato insieme perché, come ha ricordato Patrizia Recandio, responsabile dello sviluppo del calcio femminile per la Figc, “essere azzurre non è un fatto di maglia, ma di cuore”. Infine, un diploma come attestato di partecipazione, a suggellare l’incontro tra i talenti di oggi e quelli del futuro. Entusiasta dell’esperienza il ct Sbardella, che guarda con fiducia alla trasferta macedone: “Si qualificano alla seconda fase la prima di ogni girone e le migliori seconde, quindi abbiamo buone possibilità di farcela – spiega all’ITALPRESS – Il nostro obiettivo è vincere il girone, ci sono tutti i presupposti per fare bene e preparare così al meglio la seconda fase ad aprile”. Per il calcio femminile italiano, dopo la storica qualificazione della Nazionale maggiore di Antonio Cabrini alla fase finale degli Europei, è un momento di grande slancio e fermento: “La federazione ha spinto sull’acceleratore, stiamo investendo tanto nel calcio femminile, con numerose novità nel Club Italia, tra cui l’utilizzo del video analista anche per la nostra trasferta in Macedonia. Mister Cabrini ci ha dato grande mano con la qualificazione agli Europei, adesso i riflettori sono puntati su di noi, e dobbiamo fare altrettanto bene”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!