Battendo l’Ungheria (13-12) padrona di casa nell’arena di Debrecen, la Nazionale di basket 3×3 Femminile si è qualificata per i Giochi Olimpici di Tokyo. Un risultato straordinario che, in attesa del preolimpico maschile in programma a Belgrado a fine mese, riporta una nostra Nazionale di pallacanestro in una Olimpiade a 17 anni di distanza dall’edizione di Atene, che tra l’altro vide gli Azzurri vincere la medaglia d’Argento. Più lungo il digiuno se riferito al Settore femminile, che tornerà a respirare l’aria del villaggio olimpico a 25 anni di distanza dall’edizione di Atlanta 1996.
E’ il sogno che si raggiunge – le parole del tecnico Andrea Capobianco al sito della Federazioneringrazio tutti, dal Presidente a tutto lo staff che ci ha seguito e supportato in questi mesi, fino al dottore e alla fisioterapista che in questi giorni hanno rimesso in piedi Rae, dopo il piccolo problema fisico riportato a Graz. Abbiamo scelto di non dire nulla per concentrarci solo sul campo. Volevamo solo vincere, senza pensare ad altro. E’ un sogno che si realizza: credeteci ai sogni”.

Le Azzurre Basket 3×3

Giulia Ciavarella (1997, 1.82, Fila San Martino Lupari)

Chiara Consolini (1988, 1.82, Passalacqua Ragusa)

Rae Lin D’Alie (1987, 1.60, Segafredo Zanetti Bologna)

Marcella Filippi (1985, 1.86, Panthers Roseto)

Sara Madera (2000, 1.88, PF Broni 93)

Giulia Rulli (1991, 1.85, PF Broni 93)

Le squadre che giocheranno a Tokyo

Russia, Cina, Mongolia e Romania (da ranking FIBA3x3)

Stati Uniti, Francia e Giappone (preolimpico di Graz)

Italia (preolimpico di Debrecen)