Mondiali di Biathlon. Lisa Vittozzi dimostra la sua forza e esperienza anche in una giornata apparentemente storta. Alla fine è decima a 2’32″2, perché con il vento che si placa trova due volte lo zero nelle serie in piedi e torna la cecchina che è sempre stata prima di Oestersund e anche nella gara inaugurale di questa rassegna, la staffetta mista. È un piazzamento che non regala medaglie, ma insieme al terzo range time assoluto e al decimo tempo sugli sci (migliore delle italiane) dà fiducia, anche tenendo conto del 21° posto di partenza dopo gli errori nella sprint, e soprattutto consegna di nuovo all’azzurra il pettorale giallo di leader di Coppa del mondo, con il controsorpasso sulla compagna di squadra Dorothea Wierer. Così ora c’è Vittozzi al comando a quota 764, Wierer seconda a 758, Kuzmina terza a 718, poi Roeiseland a 699. La lotta è apertissima e riprenderà martedì 12 marzo (ore 15.30) con l’individuale.
E’ stato destabilizzante ritrovarsi a fare sei errori nei primi due poligoni – spiega Vittozzi –  Poi ho azzerato tutto e ho provato a salvare il salvabile. Alla fine mi sono salvata e ho tirato fuori una bella gara, importante per fare punti per la Coppa del mondo. Sono contenta di aver svoltato in positivo. Non saranno comunque queste gare che mi abbatteranno, so che il mio potenziale è ben più alto e che posso fare di più. Ora affronto le prossime gare, cercando di dimenticare queste prime due giornate storte“.
A trionfare, nella pursuit, è la tedesca Denise Herrmann, che è nettamente la più veloce del circuito sugli sci, soprattutto oggi che Kaisa Mäkäräinen è fuori condizione, e in questa gara abbina anche grande precisione al tiro, con due soli errori, entrambi nella terza serie. Medaglia d’argento a Tiril Eckhoff, bronzo (secondo consecutivo) a Laura Dahlmeier, battuta in volata dalla norvegese con 31” di distacco da Herrmann.
Le altre due italiane impegnata in questa tappa dei Mondiali di Biathlon Federica Sanfiippo e Nicole Gontier, invece, hanno chiuso rispettivamente 39esima a 5’04” con 5 errori e 48esima a 5’49” con otto errori. Insomma per le nostre portacolori una giornata non proprio delle migliori.

Ordine d’arrivo pursuit femminile Mondiali/Cdm Oestersund (Swe)
1 HERRMANN Denise GER 2 31:45.9
2 ECKHOFF Tiril NOR 2 +31.4
3 DAHLMEIER Laura GER 1 +31.6
4 ROEISELAND Marte Olsbu NOR 4 +1:35.0
5 OEBERG Hanna SWE 5 +1:35.0
6 KUZMINA Anastasiya SVK 7 +1:41.3
7 BRORSSON Mona SWE 4 +1:47.2
8 TANDREVOLD Ingrid Landmark NOR 4 +2:01.2
9 PAVLOVA Evgeniya RUS 1 +2:14.3
10 VITTOZZI Lisa ITA 6 +2:32.2

20 WIERER Dorothea ITA 8 +3:09.3
39 SANFILIPPO Federica ITA 5 +5:04.7
48 GONTIER Nicole ITA 8 +5:49.7

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!