Sabato il Brescia è riuscito ad espugnare il campo di Cuneo, guadagnando altri 2 punti sull’AGSM Verona che ha preggiato contro il Como. Ai microfoni dell’ufficio stampa del Brescia, le parole delle protagoniste della gara.

Così mister Milena Bertolini: “E’ stata una gara difficile perché il Cuneo è una squadra messa bene in campo e chiusa. Ha anche delle individualità importanti, noi abbiamo fatto fatica tatticamente nel primo tempo. Siamo passate in vantaggio con giocate individuali più che su espressioni di gioco. Nel secondo tempo ci siamo messe meglio, tatticamente abbiamo cambiato qualcosa. A livello difensivo, anche nei momenti di difficoltà sono state molto concentrate. Ci fa piacere di avere 10 punti sulla terza, noi dobbiamo vincere tutte le partite e arrivare allo scontro diretto per giocare al massimo contro la Fiorentina. Se dovessimo arrivare a fine marzo con questo distacco, sarebbe il massimo per noi perché si ha la tranquillità per programmare l’Europa e il futuro. Abbiamo alcune giocatrici con dei traumi, altre come Manieri che stanno rientrando dopo un lungo infortunio. Questa sosta potrà farci bene per recuperare le giocatrici con affatticamenti”.

Stefania Tarenzi spiega: “Sono felice di essere finalmente andata in gol, sono contenta anche per la squadra. Mi mancava un sacco la gioia della rete, ora sto molto meglio perché mi sono liberata. Le parole che ha detto il mister in settimana per me mi hanno dato molto fiducia, l’unica cosa che potevo fare era far vedere il mio lavoro sul campo. Ci sono stati dei momenti nei quali ci siamo rilassati un po’ troppo. A volte queste squadre non ti perdonano, dobbiamo migliorare in questo aspetto per mantere costanza. Queste settimane serviranno per recuperare e liberarci con la testa e poi ripartire per il fnale di campionato”.

Queste invece la parole di Barbara Bonansea: “Sapevamo che avremmo avuto difficoltà perché loro sono una buona squadra e sono brave tatticamente. Abbiamo fatto un po’ fatica a segnare, nel primo tempo non abbiamo giocato benissimo. Peccato perché nella prima fazione, quando abbiamo iniziato a giocare un po’ meglio, abbiamo preso il 2 a 1. Poi nel secondo tempo abbiamo fatto girare palle e abbiamo vinto 4 a 1. 4-3-3? Ho comunque giocato in fascia, dò una mano in più alle punte per dare una mano alla squadra avversaria. Non è semplice cambiare modulo ma bisogna adattarsi. Il gol? Volevo crossare forte, la palla ha fatto un rimbalzo strano ed è entrata. Sono contenta. Dobbiamo solo guardare avanti, occhi fissi sulla Fiorentina e ce la metteremo tutta”.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!