Il Mondiale di calcio femminile è ormai alle porte. L’attesa sta per terminare. Carolina Morace, ex giocatrice della nazionale e tecnico affermato anche a livello internazionale, fa le carte al campionato parlando ovviamente dell’Italia.
L’Australia è la favorita del girone, anche se ha cambiato l’allenatore da due mesi e da allora ha sempre perso e subìto tante reti.  Mi sembra un pochino allo sbando e per questo si potrebbe sfruttare l’occasione. Anche il Brasile è forte, è una squadra abituata alle competizioni internazionali e tecnicamente è fortissima ma sono due anni che non vince una partita. L’unica nazionale che non conosco è la Giamaica. Visto che passeranno anche le migliori terze, se non si caricano troppo di pressioni possiamo fare un buon Mondiale e passare il primo turno.  Non siamo una squadra che ha una giocatrice su tutte, non c‘è una che emerge, però con il gruppo e il lavoro di gruppo si può sopperire. Germania, Francia, Inghilterra e Stati Uniti sono le favorite. La sorpresa? L’Olanda».
Secondo l’ex tecnico del Milan le azzurre potrebbero «pagare lo scotto di giocare davanti a 80mila persone». Obiettivamente una situazione assai differente rispetto alle poche centinaia solitamente presenti negli stadi italiani.
Morace, dopo il divorzio inatteso dal Milan, per il momento è senza panchina. Chissà se accetterà qualche proposta o se invece preferirà dedicarsi ad altro. Intanto il club rossonero sembra aver scelto: quasi certamente sarà Maurizio Ganz il nuovo allenatore della squadra femminile. (CLICCA QUI)