Calcio

Calcio femminile / Coppa Italia: la finale sarà Juventus-Fiorentina, tutte le curiosità

fiorentina-women's

Coppa Italia 2019. La finale sarà tra Juventus e Fiorentina quello che è ormai diventato il “Grande classico” del calcio femminile italiano. Le due formazioni si conteranno il trofeo domenica 28 aprile alle ore 12.30 (diretta Sky Sport) allo Stadio “Ennio Tardini” di Parma. La squadra bianconera oggi in semifinale ha avuto la meglio sul Milan mentre la Viola sulla Roma. CLICCA QUI per Juventus-Milan e CLICCA QUI per Fiorentina-Roma.
La finale si disputerà in gara unica. In caso di un risultato di parità al termine dei due tempi regolamentari, le squadre dovranno disputare due tempi supplementari di 15 minuti ciascuno ed eventualmente eseguire i tiri di rigore.
La Fiorentina ha conquistato le ultime due edizioni della Coppa Italia e insegue il suo terzo trofeo: in caso di successo sarebbe la prima società a conquistare la Coppa Italia Femminile per tre stagioni consecutive, per la Juventus sarebbe invece il primo successo.
E’ invece la Torres la società che conserva in bacheca il maggior numero di trofei: le sarde si sono imposte ben 8 volte tra il 1991 e il 2011 e precedono in questa classifica Verona (4), Brescia e Reggiana (3).

Risultati delle gare di ritorno delle semifinali di Coppa Italia 2018-19

Juventus Women – Milan 1-1
59’ Glionna (J), 82’ Giugliano (M)

Fiorentina Women – Roma 2-0
24’ Bonetti (F), 48’ Parisi (F) 

Finale di Coppa Italia 2018-19  

Domenica 28 aprile
Ore 12.30 Fiorentina Women – Juventus Women

Informazioni sull'autore

Matteo Angeli

Matteo Angeli

Direttore responsabile

Il fatto di aver avuto un papà bravo giornalista ha indubbiamente segnato la mia vita. Ma di sicuro lui non ha influito minimamente quel giorno che, appena diciottennne, rimasi folgorato da un tremendo fatto di cronaca. Chiesi ad un cronista di portami con se e fu in quel momento, mentre osservavo la scena, che sentii nascere qualcosa dentro: da grande anch'io avrei fatto il giornalista. Neppure il tempo di pensare che mi trovai in prova a Radio Babboleo, l'emittente più importante della mia terra, la Liguria. Quindi l'assunzione, poi le prime esperienze in tv, sui giornali locali, fino ad approdare al "mitico" Corriere Mercantile. Cronaca nera, politica, spettacoli e poi sport, tanto sport. Poi tante altre esperienze, di ogni tipo, in ogni campo. Oggi dopo quasi trent'anni il giornalismo è cambiato, e non poco. Io, a parte qualche ruga e qualche capello bianco, sono invece rimasto lo stesso. Pronto all'ennesima sfida.

Commenta

Clicca qui per commentare