Calcio

Calcio femminile / L’azzurra Elena Linari vince la Liga con l’Atletico Madrid!

Elena Linari

La calciatrice italiana Elena Linari vince la Liga spagnola con la maglia dell’Atletico Madrid. La nazionale azzurra è al quarto campionato vinto, dopo quello a Firenze e i due con il Brescia. Nel suo palmares anche  3 Coppa Italia (uno col Brescia, due con le viola) e due Supercoppa Italiana (entrambe col Brescia).
Elena farà parte della spedizione azzurra che parteciperà ai prossimi Mondiali in terra francese.
Tiravo calci nel giardinetto sotto casa e un bambino mi dice: “perché non vieni a giocare con noi?” Sicché ho detto “andiamo mamma…” Così ho scelto il calcio e lasciato il nuoto” aveva raccontato qualche tempo fa. E quella bombetta di strada ne ha fatta. parecchia.
Nata a Fiesole e con il Dna viola, da piccola il nonno la portava allo stadio a vedere la Fiorentina, il difensore è un beniamino dei tifosi in terra spagnola. Ma chissà che prima o poi non decida di tornare a vestire la maglia della squadra del suo cuore…

Informazioni sull'autore

Matteo Angeli

Matteo Angeli

Direttore responsabile

Il fatto di aver avuto un papà bravo giornalista ha indubbiamente segnato la mia vita. Ma di sicuro lui non ha influito minimamente quel giorno che, appena diciottennne, rimasi folgorato da un tremendo fatto di cronaca. Chiesi ad un cronista di portami con se e fu in quel momento, mentre osservavo la scena, che sentii nascere qualcosa dentro: da grande anch'io avrei fatto il giornalista. Neppure il tempo di pensare che mi trovai in prova a Radio Babboleo, l'emittente più importante della mia terra, la Liguria. Quindi l'assunzione, poi le prime esperienze in tv, sui giornali locali, fino ad approdare al "mitico" Corriere Mercantile. Cronaca nera, politica, spettacoli e poi sport, tanto sport. Poi tante altre esperienze, di ogni tipo, in ogni campo. Oggi dopo quasi trent'anni il giornalismo è cambiato, e non poco. Io, a parte qualche ruga e qualche capello bianco, sono invece rimasto lo stesso. Pronto all'ennesima sfida.

Commenta

Clicca qui per commentare