Se in mondovisione c’è una compaesana la processione può attendere. E’ successo a Castelguidone, in provincia di Chieti in Abruzzo, dove il parroco Alberto Conti ha posticipato la tradizionale processione per permettere a tutti i cittadini di seguire la Nazionale italiana e in modo particolare la calciatrice originaria proprio del paesino, Daniela Sabatino. L’attaccante è tra le azzurre impegnate in Francia ai Mondiali di calcio femminile. Ieri sera la nazionale italiana si è classificata (con una giornata di anticipo)  agli ottavi di finale, con uno splendido 5 a 0 contro la Giamaica.
Quando don Alberto Conti, ha saputo che alla stessa ora c’era Daniela con molta serenità ha deciso di posticipare di un’ora il rito religioso per permettere a tutti di vedere la nazionale in tv. Non solo, il prete poco prima della partita ha mandato un affettuoso in bocca al lupo a Daniela, già attaccante del Milan, e alle sue compagne di squadra per questo importante impegno che la nazionale italiana di calcio femminile sta onorando in maniera incredibile.
Tutto il paese ha fatto il tifo per la sua figlia calciatrice. Decine di persone si sono ritrovate nella sala polifunzionale, davanti allo schermo gigante fatto allestire dalla famiglia Sabatino, per sostenere, insieme, Daniela e le sue compagne di squadra. Mamma Teresa, papà Gabriele, e i fratelli Francesca e Alessandro hanno tifato insieme a tutto il paese. E il bello deve ancora venire…

(Getty Images)