Calcio

Calcio femminile / Mondiali: Italia-Brasile in tempo reale (0-1)

Credits: Getty Images

Il match di stasera, sul campo dello stadio Hainaut di Valenciennes in Francia, è l’ultima partita a gironi del mondiale. Le azzurre di Bertolini cercheranno di posizionarsi al primo posto del gruppo C, dopo le vittorie delle prime due partite – il sofferto 2-1 contro l’Australia e la vittoria schiacciante contro la Giamaica -che le hanno già promosse agli ottavi. Per raggiungere l’obiettivo del primo posto, alle italiane basterebbe un pareggio, mentre una sconfitta le porterebbe in terza posizione. Si preannuncia insomma una partita che farà la storia del calcio, come ha anche dichiarato il Ct. Bertolini.
Lo stadio presenta un bellissimo colpo d’occhio, tantissimi gli italiani presenti. Staccati 22.000 biglietti.

LE FORMAZIONI
Italia (4-3-1-2):Giuliani; Guagni, Linari, Gama, Bartoli; Galli, Giugliano, Cernoia; Girelli, Bonansea, Giacinti
Brasile (4-2-3-1): Barbara; Leticia Santos, Monica, Katheleen, Tamires; Thaisa, Andressinha; Ludmila, Marta, Debinha; Cristiane.
Arbitro: Lucila Venegas (Messico)

PARTITE!

5′: Il Brasile parte subito alla caccia del gol, ma la prima vera azione pericolosa è dell’Italia con Girelli che serve Bonansea al limite dell’area, l’attacante non ci pensa due volte e calcia costringendo il portiere alla deviazione in angolo
10′: l’Italia è brava a ribattere colpo su colpo al Brasile e a rubare tanti palloni a centrocampo provando ad affondare appena ne ha l’occasione
14′:ammonita Cernoia per un intervento su Debinha
17: Brasile vicinissimo al gol con Debinha che con uno straordinario colpo di tacco in mezzo all’area esalta la bravura di Giuliani che si salva con un intervento prodigioso
21′: il Brasile spinge molto, l’Italia è in difficoltà ma in qualche modo regge.
22′: ci prova Debinha da lontano, il tiro è molto bello ma la palla termina fuori dopo aver lambito il palo
25: ora l’Italia guadagna metri provando a rendersi pericolosa ma il Brasile riparte in velocità. Vuole trovare il gol del vantaggio e sta facendo di tutto per riuscirci
29′: Girelli segna un bel gol da pochi passi ma giustamente la rete viene annullata per fuorigioco
36′: dopo i ritmi piuttosto elevati dei primi 35 minuti ora la gara sembra leggermente meno veloce anche etrambe le formazioni sono sempre pronte a colpire
38′: l’arbitro si affida al Var dopo che la palla ha colpito il gomito di Linari ma l’azione è regolare
40′: splendida ripartenza dell’Italia con Guagni che crossa in area per Bonansea bravissima a calciare al volo di interno sinistro, il portiere se la ritrova addosso e respinge.
45′: un minuto di recupero. Finisce tra gli applausi del pubblico

Girelli segna ma è in fuorigioco (Getty Images)

FINE PRIMO TEMPO

Si riparte con le stesse ventidue del primo tempo
51′: traversa scheggiata su punizione da Andressinha, brivido per Giuliani
56′: punizione dalla sinistra, la palla arriva in area dove Kathleen svetta ma di testa non riesce ad inquadrare la porta. Altro brivido per la retroguardia azzurra
63′: Primo cambio: esce Giacinti, entra Bergamaschi
65′: cambio nel Brasile fuori Cristiane, dentro Beatriz
66′: appena entrata Beatriz con un bel colpo a due metri dalla linea di porta per poco non batte Giuliani
71′: esce Bartoli, dentro Boattin
72′: calcio di rigore per una spallata di Linari a Debinha. Davvero molto dubbia la decisione dell’arbitro
74′: Brasile in gol: Marta su rigore spiazza Giuliani.

L’esultanza di Marta (Getty Images)

78′: esce Girelli, entra Mauro che va a posizionarsi al centro dell’attacco
80′: al momento l’Italia è comunque in testa al Girone. L’Australia sta infatti battendo 3-1 la Giamaica e quindi la differenza reti è a favore delle azzurre
83′: esce Marta, la star della gara, tra i fischi obiettivamente ingenerosi del pubblico. Con la rete segnata stasera ha superato il record detenuto da lei in quanto a gol nei Mondiali: 17!
87′: l’Australia ha segnato la quarta rete, c’è da stringere i denti in questi minuti finali
90′: quattro  minuti di recupero
E’ FINITA! L’Italia conquista gli Ottavi di finale del 25 giugno da prima del girone! Vai alla gallery!

Informazioni sull'autore

Matteo Angeli

Matteo Angeli

Direttore responsabile

Il fatto di aver avuto un papà bravo giornalista ha indubbiamente segnato la mia vita. Ma di sicuro lui non ha influito minimamente quel giorno che, appena diciottennne, rimasi folgorato da un tremendo fatto di cronaca. Chiesi ad un cronista di portami con se e fu in quel momento, mentre osservavo la scena, che sentii nascere qualcosa dentro: da grande anch'io avrei fatto il giornalista. Neppure il tempo di pensare che mi trovai in prova a Radio Babboleo, l'emittente più importante della mia terra, la Liguria. Quindi l'assunzione, poi le prime esperienze in tv, sui giornali locali, fino ad approdare al "mitico" Corriere Mercantile. Cronaca nera, politica, spettacoli e poi sport, tanto sport. Poi tante altre esperienze, di ogni tipo, in ogni campo. Oggi dopo quasi trent'anni il giornalismo è cambiato, e non poco. Io, a parte qualche ruga e qualche capello bianco, sono invece rimasto lo stesso. Pronto all'ennesima sfida.

Commenta

Clicca qui per commentare