Le nazionali italiane di calcio, compresa quella femminile, vestiranno Giorgio Armani. La FIGC ha firmato un accordo quadriennale con lo stilista che, già in occasione dei Mondiali 1994, aveva disegnato il look dell’Italia.
La Nazionale maschile, che si è radunata oggi a Coverciano in vista delle prime due gare di qualificazione per il Campionato europeo di calcio 2020, indosserà per la prima volta in questa occasione gli abiti ufficiali firmati Emporio Armani. Sarà poi il turno della Nazionale Under 21, che quest’anno disputerà in Italia l’Europeo di categoria, e della Nazionale femminile che, dopo vent’anni, parteciperà al Mondiale in Francia.
La collaborazione prevede la creazione del guardaroba formale delle tre squadre azzurre firmato Emporio Armani che si compone di abito, camicia e soprabito. In linea con lo stile del marchio, la divisa sarà formale, ma confortevole: il jersey è il materiale scelto, comodo e pratico e i capispalla sono utilizzabili in più stagioni grazie agli interni staccabili. Tutti i capi riportano il logo della FIGC. Completano la divisa le scarpe, gli accessori – borsone, zaino, cintura – e di piccola pelletteria, e gli occhiali Emporio Armani.

 

“Questo accordo mi rende particolarmente felice: torno al calcio dopo l’esperienza con il Chelsea e con il Bayern, e torno a vestire la Nazionale italiana, per la quale disegnai le divise dei Mondiali 1994. Sono orgoglioso di collaborare con la FIGC e di offrire ai nostri atleti la mia idea di formalità morbida, di praticità elegante. Ho creato un guardaroba coerente con il mio stile, pensato per atleti in continuo movimento. È un altro modo di portare l’italianità nel mondo”, ha dichiarato Giorgio Armani.