Camila Giorgi lascia subito gli Us Open. La gioia di Montreal a Ferragosto, il primo 1000 conquistato in carriera, è solo un ricordo. Camila si è arresa in due set 6-4 7-6(3) a Simona Halep. La romena che era praticamente al rientro dopo l’infortunio al polpaccio sinistro, non ha faticato molto ad avere la meglio sull’italiana.

Camila e il tennis

Dopo la sconfitta, Camila ha parlato della gara ma anche della sua concezione del tennis. “Non penso che la vittoria di Montreal mi abbia distratto. Semplicemente oggi non ha funzionato minimamente la mia risposta. Mi dispiace aver perso ma non succede nulla. Per me il tennis è un lavoro, non è la vita. Ogni giorno preparo il borsone e vado a lavorare. In futuro farò altri lavori, la mia vita è fuori. Anzi, a volte è quasi difficile lasciare casa per venire a giocare a tennis”.

Camila Giorgi prima della vittoria di Montreal e delle buone prestazioni alle Olimpiadi di Tokyo sembrava non averne più. Sembrava davvero che in qualche modo si trascinasse in questo mondo preferendo quello della moda. Il lancio del suo brand pareva aver distolto la sua attenzione sulla racchetta. Basta vedere il suo profilo Instagram dove il mondo del tennis praticamente non esiste. Ora aspettiamo conferme.

Eliminata anche Sara Errani

L’Italia perde al primo turno anche Sara Errani, che si arrende in due set (6-3, 6-2) ad Ekaterina Alexandrova pagando una pessima giornata in battuta: la russa, infatti, strappa per ben sette volte consecutive il servizio. Pesante 6-3 nel primo set e, dopo essere partita con un break di vantaggio, crolla anche nel secondo, con la numero 34 della classifica Wta che passa dall’1-2 al 6-2, chiudendo il match in un’ora e 27 minuti di gioco.