“Vado via a malincuore e ogni volta che una mia compagna mi manda un messaggio mi commuovo. Ma credo sia giusto così, a 39 anni cambiano le priorità e la serie A va fatta in un certo modo e con il lavoro non riuscirei ad onorare un impegno così importante” con queste parole Gioia Masia si congeda dal Chieti calcio femminile.

Classe 1977, Masia ha giocato Lazio, Matese Bojano, Roma, Tavagnacco, Napoli, Riviera di Romagna, Acese e Chieti. In Nazionale per lei 60 presenze: “Non so se la mia è una carriera da applausi – spiega – ma è stata sicuramente lunga. Mi sono tolta un sacco di soddisfazioni. Ho vinto tutto e tanto. E poi ho indossato la maglia della Nazionale maggiore per 60 volte. Ho cantato quell’inno per 60 volte. E per 60 volte mi sono emozionata. Una volta mentre lo cantavo piangevo perché in tribuna c’era la mia famiglia, andavo fuori tempo e facevo sbagliare pure le ragazze accanto a me”.

Il futuro invece è ancora tutto da scrivere: “Non so cosa farò, intanto mi godo l’estate con il mio nuovo cuore… neroverde” chiude Masia per donnenelpallone.com.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!