Parte con un sorriso la prima giornata della quarta prova di Coppa del mondo di ciclismo su pista in corso a Londra, in Gran Bretagna. L’opening day segna un netto progesso dei quartetti azzurri rispetto alla precedente prova di Berlino e le ragazze di Dino Salvoldi tornano sul podio conquistando la medaglia di bronzo nella sfida contro il Team Breeze, una sorta di vivaio della Gran Bretagna: 4’23″765 il tempo di Balsamo, Frapporti, Guazzini e Valsecchi, non basta il 4’24″512 alle padrone di casa per conquistare il metallo.

Per l’Italia dell’inseguimento a squadre è risultato importante soprattutto per i punti pesanti che porta in ottica ranking olimpico. Il CT Dino Salvoldi, sui canali ufficiali della Federazione Ciclistica Italiana, si dichiara soddisfatto e consapevole del buon lavoro fatto sinora: “Andare forte a dicembre per la mentalità ciclistica italiana è un’utopia. Eppure sta succedendo. Inoltre, come è risaputo, non abbiamo un velodromo dove allenarci e di questo il gruppo ne risente. Stiamo facendo mezzi miracoli e punti pesantissimi per Tokyo, nell’attesa di avere più continuità e più automatismi. Perché la consapevolezza di essere forti non ci manca”.

Sul fatto di aver battuto una grande formazione quale la Gran Bretagna, il CT riconosce come anche questa volta ha dimostrato tutto il suo valore: “Sono grandissime campionesse in tutto, si allenano sempre insieme. Salgono in pista sapendo come andrà a finire perché provano e riprovano tutte le variabili insieme”.

Nella giornata odierna saranno in corsa Miriam Vece nella prova della velocità e Maria Giulia Confalonieri nell’omnium.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!