Non è stato un esordio positivo per la Virtus Partenope che ospite del Grifone Gialloverde, ha perso per 3-1. Nessuna esitazione e nessun dubbio rispetto alla capacità delle padrone di casa di reggere il confronto con gli avversari: la Virtus si è mostrata imbambolata e con poche idee per reagire agli assalti avversari.

Il primo vantaggio lo ha siglato Bartolucci, che ha insaccato sugli sviluppi di una punizione laterale. Tuttavia la reazione delle verdi non è mancata: Galluccio ha sfiorato quello che sarebbe stato un bellissimo gol su punizione, ma il portiere del Grifone ha risposto in modo più che reattivo.

Nella ripresa le ragazze di mister Esposito si lasciano sopraffare da uno svarione difensivo e le romane raddoppiano con Tata. La seconda rete mette a tacere le speranze di ribaltare il risultato e il contraccolpo emotivo porta al terzo gol subito, ancora con Bartolucci.

Nota positiva della gara è il gol della bandiera, che allo scadere del tempo regolamentare di gioco arriva da Sabrina Volpe, subentrata a gara in corso. Lesta a scavalcare il portiere, l’attaccante della Virtus insacca. Ciò dà animo alla squadra, che ritrova ancora con Galluccio l’illusione di un ribaltone. Termina sul 3 a 1 una sfida non al top per la Virtus, che prenderà nota di ciò che va rivisitato già a partire dalla prossima sfida, quella interna contro il Chieti.