Calcio

Corea del Sud, crolla balconata: due morti. L’azzurra Viacava, infermiera, aiuta i feriti

Due persone sono morte e sedici sono rimaste ferite per il crollo nella notte di un mezzanino in una discoteca di Gwangju, in Corea del Sud. L’incidente è avvenuto in un locale vicino al villaggio degli atleti, intorno alle 2,30 del mattino. Nel locale c’erano giocatori e giocatrici di pallanuoto americani che celebravano il titolo mondiale della squadra femminile, e le squadre della Nuova Zelanda e dell’Australia.
La pallanuotista genovese e azzurra Giulia Viacava, che è infermiera, è intervenuta per aiutare una collega statunitense che ha riportato ferite da taglio ad un gamba. Vacava, da poco passata dal Rapallo all’Ekipe Orizzonte, ha poi lasciato il villaggio atleti con il resto della squadra ed è già in volo verso Roma.
Stavamo ballando quando siamo caduti da cinque o sei metri. Dopo tutti si sono precipitati all’esterno del bar“, ha raccontato un atleta neozelandese.
Il locale in questione è il Coyote Ugly nightclube si trova nei pressi del villaggio che ospita gli atleti. L’incidente è avvenuto intorno alle 2.30 del mattino ora locale, quando circa 370 persone erano nel pieno del divertimento notturno. Le vittime sono due uomini di 38 e 27 anni, entrambi di origine sudcoreana e non appartenenti a nessun gruppo sportivo. A causare il cedimento del soppalco è stato probabilmente il sovraffollamento.