A causa del propagarsi del coronavirus niente finale di Algarve Cup per la Nazionale Italiana di calcio femminile. Questa la decisione della Figc, che si è mossa in accordo con gli organizzatori della competizione e la Germania che sarebbe stata l’avversaria (il calcio d’inizio era in programma mercoledì 11 marzo alle 19.45).
Ad impedire il regolare svolgimento del match è stata innanzitutto la sospensione dei voli da e verso l’Italia (misura restrittiva al fine di contenere i contagi) e in secondo luogo la volontà, da parte dei vertici del calcio femminile azzurro, di tutelare le atlete facendole rientrare in anticipo in Italia.
Le azzurre, che non prendevano parte a questo importante torneo da dodici anni e che erano arrivate all’ultimo atto eliminando Portogallo e Nuova Zelanda, dovrebbero lasciare la penisola Iberica nelle prossime ore anche se per il momento i voli sono bloccati. Si sta cercando una soluzione.
L’allarme Coronavirus ha avuto delle inevitabili ripercussioni anche sul campionato femminile di Serie A, che è stato sospeso a data da destinarsi al pari di quelli maschili.
Ecco il comunicato ufficiale della FIGC, firmato da Ludovica Mantovani, a capo della divisione femminile. «Si dispone La sospensione e il rinvio a data da destinarsi di tutte le gare della Divisione Calcio Femminile (Campionato Serie A femminile TIMVISION, Campionato Nazionale femminile Serie B, Campionato Nazionale femminile Primavera, Coppa Italia femminile TIMVISION) in programma durante tutto il periodo di vigenza delle prescrizioni imposte dal D.P.C.M. del 9 marzo 2020 e, comunque, sino a quando le disposizioni statali non modificheranno le stesse».

 

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!