Il coronavirus colpisce ancora. L’imprenditore napoletano Dino Bove, 65 anni, è morto questa notte a Napoli proprio dopo essere colpito dal virus. L’imprenditore era in terapia intensiva dal 18 marzo ed era risultato positivo al Covid-19; mercoledì le sue condizioni si sono aggravate, ieri era la tragica notizia.
L’imprenditore del settore dell’abbigliamento della Riviera di Chiaia era molto conosciuto per la sua passione per il calcio. Con Lello Carlino è stato tra i soci fondatori del Calcio Napoli femminile.
Lascia la moglie e due figli.
Sul profilo Facebook del Napoli femminile si legge così: “Il sorriso che caratterizzava Dino Bove ci ha accompagnati fino ad oggi. È stato fiero sostenitore, nonché socio, del Napoli Femminile, presente al fianco delle ragazze con l’energia e la simpatia che lo rendevano speciale ogni qual volta ne ha avuto la possibilità.
Per il nostro presidente Lello Carlino era più di un amico sincero, è stato un compagno di mille avventure. Avevano deciso di condividere anche questa sfida, quella di fare grande il Napoli Femminile. Il calcio era una delle tante passioni di un uomo curioso della vita quale Dino Bove. Oggi che il Coronavirus se l’è portato via, noi siamo qui a piangerne la scomparsa ma anche a conservare fieri il ricordo della sua amicizia, della sua lealtà e del suo sorriso“.

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!