Maratona di Dubai: Ruth Chepngetich vince con la terza prestazione mondiale di tutti i tempi. Squilli di trombe dalla lontana Penisola Arabica. Se la “città virtuale” degli Emirati Arabi aspira a divenire il centro dello sport del futuro, stamattina (la gara si è corsa alle prime luci dell’alba per evitare il caldo) , è stata una specialità che affonda radici profonde nel mito (la maratona) a metterla al centro dell’attenzione mondiale. La keniana Ruth Chepngetich stamane (partenza alle 6) è letteralmente volata vincendo la Standard Charterei Dubai Marathon in 2h17’08”, nuovo record del percorso. Ruth è anche, da oggi, la terza maratoneta di tutti i tempi.
Nella graduatoria all time ha davanti solo due runner dal palmarèès spaventoso (scusate il termine) come l’inglese Paula Radcliffe (2h15’25”) e la connazionale Mary Keitany (2h17’01”). La 25enne africana ha seguito subito il ritmo lanciato dalle lepri, con un passaggio a metà gara di 1h08’10” che faceva presagire quasi il miglioramento del record mondiale:poi l’andamento si è fatto un tantino tattico, e la gara dal cronometro si è spostata sul piano del confronto con l’etiope Worknesh Degefa , altra sorpresa della giornata. Alla fine, verso il 35° chilometro, Ruth ha accelerato staccando l’acerrima rivale. Fantastico l’ultimo tratto in discesa, con trionfo di Chepngetich in 2h17’08”, a neanche quattro mesi dalla vittoria nella Maratona di Istanbul. Seconda Worknesh Degefa con 2h17’40” che è la quarta prestazione di tutti i tempi.Data la giovane (per la maratona) età delle due mezzofondiste, è lecito aspettarsi grandi cose, anche perché la stagione è appena iniziata.Sfracelli anche in campo maschile, con l’esordiente etiope Getaneh Molla primo in 2h03’34”, il più veloce esordio di sempre. Ancora una volta Dubai ha stupito…..   

Pin It on Pinterest

Condividi

Condividi questo articolo dove vuoi!