Pallavolo

Pallavolo / Champions League: Scandicci perfetta in Polonia.

Foto: Sito Scandici Savino Del Bene

La Savino Del Bene Scandicci stende per 3-0 l’LKS Commercecon Lodz, rafforzando il primato nella Pool D della CEV Volleyball Champions League. Nella prima trasferta europea della sua storia – finora aveva giocato fuori casa solo contro l’Imoco Volley Conegliano  le toscane di Carlo Parisi dimostrano di aver messo alle spalle la delusione di Coppa Italia imponendosi nettamente su un avversario alla carta non facile.
Non è stato facile per noi ripartire dopo la delusione di Coppa Italia che si è fatta sentire – è il commento di Carlo Parisi, allenatore Savino Del Bene –  Come avevo detto sabato è stato un bene giocare nuovamente a stretto giro per evitare di portarsi dietro le scorie della sconfitta. L’infortunio della loro palleggiatrice titolare ci ha avvantaggiato. Nell’arco dei tre set si è visto che in alcuni casi abbiamo abbassato un po’ la tensione nel nostro campo, quando ci siamo accorti che potevamo gestire l’incontro. Questi sono errori che rischi di pagare a caro prezzo. Dobbiamo essere soddisfatti perché manteniamo aperta la lotta nel nostro gruppo. Ci prepareremo adesso alla partita con Casalamaggiore, che viene dopo un periodo intensissimo. Siamo fuori di casa da venerdì mattina e rientreremo mercoledì pomeriggio, dunque i complimenti vanno alla squadra perché si vedeva che covavano la voglia di tornare subito in campo. Dobbiamo adesso riprendere il nostro cammino, ripartire da tutto ciò che di buono abbiamo fatto“.

LKS Commercecon LODZ – Savino Del Bene SCANDICCI 0-3 (21-25, 22-25, 17-25)
LKS Commercecon LODZ: Muhlsteinova 1, Bidias 13, Szczyrba 13, Bociek 15, Alagierska 2, Efimienko-mlotkowska 2, Strasz (L). Non entrate: Wawrzynczyk, Gajewska, Kwiatkowska, Wojcik A, Korabiec (L), Kowalinska, Wojcik M. All. Masek. Savino Del Bene
SCANDICCI: Malinov 1, Ferreira Da Silva 8, Haak 21, Stevanovic 11, Bosetti 10, Vasileva 8, Merlo (L), Bisconti, Caracuta. Non entrate: Mastrodicasa (L), Mitchem, Papa, Mazzaro, Zago. All. Parisi. ARBITRI: Oleynik, Goncalves
NOTE:Durata set: 24′, 25′, 24′; Tot: 73′.

Informazioni sull'autore

Matteo Angeli

Matteo Angeli

Direttore responsabile

Il fatto di aver avuto un papà bravo giornalista ha indubbiamente segnato la mia vita. Ma di sicuro lui non ha influito minimamente quel giorno che, appena diciottennne, rimasi folgorato da un tremendo fatto di cronaca. Chiesi ad un cronista di portami con se e fu in quel momento, mentre osservavo la scena, che sentii nascere qualcosa dentro: da grande anch'io avrei fatto il giornalista. Neppure il tempo di pensare che mi trovai in prova a Radio Babboleo, l'emittente più importante della mia terra, la Liguria. Quindi l'assunzione, poi le prime esperienze in tv, sui giornali locali, fino ad approdare al "mitico" Corriere Mercantile. Cronaca nera, politica, spettacoli e poi sport, tanto sport. Poi tante altre esperienze, di ogni tipo, in ogni campo. Oggi dopo quasi trent'anni il giornalismo è cambiato, e non poco. Io, a parte qualche ruga e qualche capello bianco, sono invece rimasto lo stesso. Pronto all'ennesima sfida.

Commenta

Clicca qui per commentare